Buon compleanno Meryl – 6: She Devil!

“Qualcuno può per favore, andare alla porta? Qualcuno può per favore andare alla stramaledetta porta?!„ Mary Fischer, She Devil Semplicemente perfetta. Meryl Streep, nei panni della famosissima scrittrice di romanzi rosa Mary Fisher, è una gioia per gli occhi, stretta in completi rosati e cappellini inguardabili, calcolatrice e narcisista anima in cerca dell’amore. She-Devil, commediaContinua a leggere “Buon compleanno Meryl – 6: She Devil!”

Buon compleanno Meryl – 7: Julie & Julia

La voce di Julia Child, che sale alta e si abbassa, che aumenta di volume e poi cade bruscamente, è solo una delle chiavi nella trasposizione di una delle donne più celebri dei fornelli. Julia Child ha insegnato all’America a cucinare e a mangiare, dice Julie Powell nel film diretto da Nora Ephron, Julie &Continua a leggere “Buon compleanno Meryl – 7: Julie & Julia”

Musica: Sour di Olivia Rodrigo

All’inizio lo scetticismo era tanto: Olivia Rodrigo, stellina Disney di High School Musical- La serie, ha da poco compiuto diciotto anni e Sour è il suo primissimo album. Eppure, ascoltando e riascoltando, Sour diventa sempre più familiare e allo stesso tempo innovativo: è come, con le dovute distanze, ascoltare Taylor Swift e Avril Lavigne seContinua a leggere “Musica: Sour di Olivia Rodrigo”

Vox Lux – un ritratto del XXI secolo

“Non ha più importanza ormai se sei Michelangelo o Michele Angelo di New Brighton, la cosa importante è che tu abbia una tua teoria” Vox Lux Un ritratto del XXI secolo, il sottotitolo rende bene le intenzioni del regista e sceneggiatore Brady Corbet. Parlandone con la stampa, la protagonista Natalie Portman ha spiegato come secondoContinua a leggere “Vox Lux – un ritratto del XXI secolo”

Fuga in tacchi a spillo!

Certo, Fuga in tacchi a spillo è un caos: una sceneggiatura che va avanti a suon di imprevisti, ripetitivi incidenti di percorso e vuoti di trama, che non approfondisce quasi nulla, fatta di così tanti cliché (a volte sfioranti il sessismo nonostante la conduzione al femminile di Anne Fletcher) che verrebbe da dire: non èContinua a leggere “Fuga in tacchi a spillo!”

Tre film ( e tanto femminismo) con Natalie Portman

“Basta con la retorica che una donna è pazza o difficile. Se un uomo vi dice questo, chiedetegli <<Che cosa le hai fatto di male?>>” Natalie Portman Quando nell’autunno del 2017 scoppiò il caso Harvey Weinstein qualcosa scattò: una sorellanza forte come non si sentiva da decenni in questo ambiente andò fortificandosi in associazioni eContinua a leggere “Tre film ( e tanto femminismo) con Natalie Portman”

Cinque film da vedere con Angelina Jolie

Alcune stelle non si estinguono mai: Angelina Jolie è uno di quei nomi che immediatamente riportano all’immagine della donna che lo porta con sé, e, compiendo quarantasei anni, la magia di questa immagine non si è spenta. La stella della Jolie è quella delle vecchie star del cinema, quei volti estremamente rappresentativi che portano conContinua a leggere “Cinque film da vedere con Angelina Jolie”

Dea Marilyn

La nostra divinità pagana, la regina del cinema, l’icona pop per eccellenza, la più grande stella di tutti i tempi. Marilyn Monroe avrebbe potuto festeggiare il suo compleanno oggi, 1° giugno, inizio anche del Pride Month: una coincidenza? Impossibile: la più meravigliosa donna della storia è anche icona queer, non solo perché si dice fosseContinua a leggere “Dea Marilyn”

Sotto accusa – La piaga dello stupro è frutto della società non femminista

La sera del diciotto aprile 1987 la giovane Sarah Tobias viene stuprata da tre uomini in un locale. Le sue braccia sono bloccate, la bocca tenuta chiusa, e tanti altri uomini incitano i tre. Quando denuncia l’accaduto, Sarah, sostenuta dell’avvocatessa Kathryn Murphy, si trova a dover fronteggiare un muro di omertà, colpevolizzazione della vittima eContinua a leggere “Sotto accusa – La piaga dello stupro è frutto della società non femminista”

Il racconto dell’ancella- la distopia magnifica di Margaret Atwood

Qualcuno ha scritto che Il racconto dell’ancella, romanzo distopico pubblicato per la prima volta nel 1985 e ritornato in grande stile grazie al successo della serie TV basata sulla sua storia, è persino più capace di cogliere il momento rispetto a 1984. I confronti lasciano sempre il tempo che trovano, ma in questo caso aiutanoContinua a leggere “Il racconto dell’ancella- la distopia magnifica di Margaret Atwood”