Tick, tick… BOOM! di Lin Manuel Miranda

La prima cosa che mi è venuta in mente guardando Tick, tick … BOOM! su Netflix pochi giorni fa è stata “devo assolutamente far vedere questo film alle mie amiche” . La seconda è stata “Questo è ufficialmente il mio film preferito dell’anno”. Se quest’ultima affermazione è assolutamente personale, la precedente è a mio parere condivisibile e comprensibile. Tick, tick … BOOM! è un film sul tempo, come sottolinea il nome stesso: questa sensazione di ansia, di angoscioso stress e di corsa contro il tempo è qualcosa che la mia generazione sente fortemente. I famosi trent’anni che tanto hanno fatto dannare Jonathan Larson sono sembrati sempre una spaventosa scadenza per me, e vedere questa emozione iconizzata sullo schermo mi ha trasmesso una calma incredibile.

Ma andiamo con ordine: Tick, tick … BOOM! è uno spettacolo teatrale, un musical atipico scritto e composto da Jonathan Larson attorno al 1990, poi rimaneggiato per Broadway nel 2001 e infine adattato per il cinema da Steven Levenson sotto la regia del creatore di Hamilton Lin Manuel Miranda (che fa anche un cameo!) e disponibile su Netflix dallo scorso 19 novembre. Concentrandosi sulla settimana antecedente il suo trentesimo compleanno, il film ci presenta Larson, un giovane compositore e paroliere, polistrumentista e performer che sogna Broadway, lavora al suo musical rock Superbia e fa il cameriere.

Divorato dall’ansia di costruirsi come artista prima che sia troppo tardi, diviso tra la vita bohème e la possibilità di una buona paga e di una stabilità, nel mezzo di un blocco creativo alle porte del suo workshop, Jonathan è quello che si dice colui che non riesce a vedere se stesso. Pieno di idee, di talento, di qualità, è troppo preso dalla volontà di farcela per capire ciò che ha e ciò che vuole.

Miranda e il team di produzione hanno deciso di comporre il film come un flashback quasi completivo, intermittente e circolare, partendo dalla performance dello spettacolo Tick, tick … BOOM! per ritornare dal palco alla vita di Larson poco prima dei trenta: questo doppio asse, perfettamente inquadrato dal montaggio alternato, funziona efficacemente, ulteriormente arricchito da momenti di fantasticherie in cui ci è dato accesso alla creatività di Jonathan e da una breve frattura della quarta parete. A interpretare magistralmente Larson è un Andrew Garfield che urla Oscar ogni secondo che è inquadrato, catturando l’animo esasperato, dolce, aperto, brillante del creatore di Rent. Soffermandosi sulla vita dell’artista, sulla fatica del mestiere di scrivere e sulla necessità di far arte su ciò che si conosce, come dice Stephen Sondheim (che nel film appare interpretato con impressionante somiglianza da Bradley Whitford), la sceneggiatura non tralascia la storia d’amore fra Larson e Susan, a cui dà volto Alexandra Shipp, né l’epidemia di AIDS che negli anni ’80 e ’90 ha privato della vita una grossa parte della comunità LGBT*Q+.

Nel cast, che comprende cameo di altri grandi ex-Hamilton come Philippa Soo, Renee Goldsberry e Joshua Henry, brilla infine Vanessa Hudgens, che duetta spesso e bene con Garfield (soprattutto in Therapy) e meriterebbe anche lei una nomination. Tick, tick … BOOM! è un manifesto, radicato precisamente nella specificità del suo tempo, della sua città (l’instancabile New York) e allo stesso tempo universale. Parla di arte e di amore, ed è un inno a ritornare a se stess*. Non potete perdervelo.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Una opinione su "Tick, tick… BOOM! di Lin Manuel Miranda"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: