Julia in dieci film da rivedere

Che fine ha fatto Baby Jane? O meglio, che ne fu della più grande stella del cinema anni novanta e duemila? Julia Roberts è stata il volto, splendido, di Hollywood per oltre trent’anni, ma ormai dal 2018 manca dai grandi schermi globali. Cinquantaquattro anni compiuti oggi, la Roberts è stata davvero il centro di film che hanno fatto la storia del cinema a stelle e strisce indirizzato al grande pubblico.

Si dice che il suo lungo letargo artistico finirà a breve, con una nuova collaborazione con George Clooney, già suo compagno in Ocean’s 11 e 12 nonché Money Monster, alle porte. Nel frattempo, dieci film da (ri)vedere con Julia,in ordine crescente :

Notting Hill

Piacevole è piacevolissimo, pur con un soggetto visto e rivisto. Julia e Hugh Grant sono uno spettacolo per gli occhi e hanno la star quality necessaria per intrattenere. Onestamente la Roberts ha poco da fare qui, una riedizione di se stessa, simpatica e bellissima.

Il matrimonio del mio migliore amico

Penso che il personaggio interpretato dalla Roberts sia tanto irritante quanto simpatico e in qualche modo comprensibile. In questa ironica caccia all’amore della vita, ciò che cattura l’attenzione è la dinamica fra Roberts e Everett, che interpreta il finto fidanzato, nonché miglior amico gay, della protagonista. Molto meglio loro due di Diaz-Mulroney.

I segreti di Osage County

Potrebbe anche essere più in alto, ma in sceneggiatura, citando Linda Seger, è necessaria l’alternanza dei beat. Osage County, dramma familiare con colpi di scena e un cast di attrici e attori bravissim*, è troppo intensamente drammatico per piacere del tutto. Ma che brave Meryl Streep e Julia, madre e figlia in lotta.

Mystic Pizza

Per quanto piccolo il budget e modesto l’apparato tecnico-estetico, non si può negare che Mystic Pizza sia divertente, realistico, e che sia impossibile non simpatizzare con la passionale e impulsiva pizzaiola che rese la Roberts una star nel 1988.

Duplicity

L’ambiguità e l’imprevisto giocano un grande ruolo in questo sofisticato e intrigante film su una coppia apparentemente in conflitto. Lei truffatrice, lui pure, Roberts e Clive Owen sono un paio di assi in uno script accattivante anche se privo di quel calore che avrebbe potuto farci affezionare ai personaggi.

Il rapporto Pelican

Intrigante thriller pseudo-politico, con una notevole prova d’attrice la Roberts affianca Denzel Washington in un film in cui interpreta l’amante di un professore di legge depresso, assassinato perché sapeva troppo.

Il segreto dei suoi occhi

Pur non avendo convinto la critica internazionale, Il segreto dei suoi occhi è una terrificante e ben scritta storia sulla violenza, la perdita, la vendetta e l’elaborazione del lutto. Nicole Kidman è nella parte come sempre, ma la vulnerabile madre di Julia ruba la scena.

Pretty Woman

La cenerentola moderna, Pretty Woman non ha bisogno di presentazioni. Ha tutto, dai costumi di scena alla sceneggiatura perfettamente strutturata nei tre atti fino alle star, la Roberts, che strappò anche una nomination agli Oscar, e Richard Gere.

Fiori d’acciaio

Dramma corale femminile, Fiori d’acciaio ha fatto scuola e già nel 1989, quando uscì nelle sale, strappò applausi. Il cast di personaggi e attrici è una sfida continua a chi ci piace di più, con Dolly Parton, Olympia Dukasis, Shirley McLaine e Julia Roberts, che interpreta una giovane sposa diabetica, sugli scudi.

Erin Brockovich

Uno dei migliori personaggi femminili scritti nel cinema di inizio millennio, Erin Brockovich è una donna bella e istintiva, non istruita e in difficoltà economiche. Soderbergh, un regista strepitoso, ce la mostra nelle sue dolcezze e nelle difficoltà che ha a casa, a lavoro, nell’amore, nell’amicizia. Un personaggio a tutto tondo, un’eroina che lotta per una giusta causa con i suoi metodi e che fa tesoro dei mezzi che ha. Oscar alla miglior attrice e un’eredità non indifferente.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: