Adele è tornata

Sei anni. Tanto è passato dall’ultima volta che abbiamo ascoltato la sua, inconfondibile, voce. Adele è tornata, e lo ha fatto in grande stile, lo stile della nostalgia, dei rimpianti e dell’intensità. Annunciata da proiezioni sui maggiori monumenti artistici d’Europa, tra cui anche il Colosseo, l’era di 30, il quarto album in studio della cantante britannica, è ufficialmente iniziata nella notte italiana, con la pubblicazione del primo singolo, Easy On Me.

Attesa con un rispetto e una passione che solo lei può permettersi nell’industria musicale, Adele si è concessa una pausa che per molt artist avrebbe voluto dire fine della carriera. Non per lei, che ha sempre parlato all’animo del grande pubblico, che canta sentimenti universali in cui è quasi impossibili non riconoscersi e dà grande spazio al piano e alla sua splendida voce. Easy On Me, ballad che ci spinge ad andare oltre al dolore, non fa eccezione: risuona di onestà e dolcezza, di comprensione. La musica di Adele, dal punto di vista contenutistico, suona realistica per come si appoggia al suo vissuto; da quello stilistico è ancora più trasparente, nel rifiuto della stella verso collaborazioni, missaggio eccessivo, distorsione vocale, persino contro-cori in questo caso.

Adele ha fatto centro ancora una volta, prolungando tra l’altro la sua collaborazione con il talentuoso regista Xavier Dolan, che già aveva diretto Hello. Easy On Me si ricollega proprio a quel video, con Adele che lascia la casa occupata allora, metaforicamente abbandonando il matrimonio senza amore a cui era relegata. Girato in bianco e nero nella prima parte, a un certo punto il girato si anima di colori caldi e suggerisce una guarigione che quasi mai aveva fatto capolino nella videografia di Adele.

30, l’album, uscirà il prossimo 19 novembre, e l’attesa è tanta. Descritto dalla sua creatrice come un disco sul divorzio e sulla necessità di superare un evento così doloroso come donna e madre, l’album promette bene. Intanto Easy On Me ha già accumulato 21 milioni di visualizzazioni su YouTube, preannunciando l’ennesimo successo di una carriera quasi ineguagliabile.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: