Julie Andrews compie 86 anni

Julie Andrews | An Evening with Julie Andrews media conferen… | Flickr

Julie Andrews è uno di quei personaggi a cui è impossibile non affezionarsi, vuoi per come ha inciso nell’immaginario collettivo, con la sua dolcezza da ragazza della porta accanto, vuoi per la longevità della sua formidabile carriera, che ancora oggi, attraverso medium diversi, la rende attiva e centrale. Il senso di maternità che emana dalla sua figura la rende un esempio di umanità nell’inaccessibile mondo delle star.

Regina dello schermo, quello grande in formato panoramico e Technicolor, con Mary Poppins e Tutti insieme appassionatamente, si è affrancata dalla figura della tata amorevole, saggia, equilibrata e angelicata con le collaborazioni con l’ora defunto marito, il regista e sceneggiatore Blake Edwards: la satira sul mondo del cinema S.O.B. (1981) e lo spettacolare musical queer Victor/Victoria (1982) ne sono gli esempi migliori. Ogni film di Julie è un’opportunità per ironizzare, ha in sé qualcosa di grottesco o umoristico e, soprattutto, è accompagnato da quella splendida voce di soprano che le è stata tolta ormai qualche decennio fa con un intervento mal gestito.

Ma Julie ha avuto una preparazione e una carriera singolari, romanzeschi, partendo come enfant prodige dalla voce portentosa fino a debuttare a soli diciannove anni a Broadway, costruire il leggendario personaggio di Eliza Dolittle per My Fair Lady, venire personalmente scelta come Mary Poppins da Walt Disney. Le sue autobiografie Home e Home work ne hanno illustrato il percorso, tortuoso e profondo, fornendo retroscena sulla strada dell’artista.

Musa di Edwards, di cui consiglio anche Operazione Crepes Suzette, ha collaborato con Hitchcok ne Il sipario strappato ed è stata la Regina di Genovia, nonna di Anne Hathaway, nei film cult Pretty Princess e Cercasi principe azzurro. Un Oscar e il Leone d’Oro alla carriera, Julie Andrews è quello che in Gran Bretagna, sua terra madre, si chiamerebbe un national treasure: inestimabile e possibilmente eterno.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: