Mtv Video Music Awards 2021

Una cornice- finalmente– allegra e ricca di energia ha accompagnato i tradizionali Mtv Video Music Awards di quest’anno, un’energia percepita come cambiamento, non solo nel ritorno a una normalità ancora incompleta e incerta, ma anche nella promozione di una musica giovane, diversa, di un’onestà adolescenziale: magari non così profondamente elaborata, ma totalmente sincera.

Ad aprire i VMAs è stata la regina di Mtv, chiamata a commemorare i quarant’anni della piattaforma che, come la sua carriera, è nata negli anni ’80 e continua a stupire oggi. Fasciata in calze a rete e body di latex nero, Madonna ha ricordato gli inizi del viaggio fatto con la rete, chiudendo con un “Siamo ancora qui stronzi” degno del suo stile.

Stile che non manca di certo a Jennifer Lopez, fresca di Festival del Cinema, bellissima e felice di presentare il premio alla Miglior Canzone, andato alla ballad Driver License di Olivia Rodrigo. Olivia, che si è distinta in una catartica versione live di good 4 U con tanto di esplosione di petali finale, ha strappato anche la famosa statuetta a forma di astronauta per la Migliore Nuova Artista.

Tra le performance spicca ovviamente il duetto di Lil Nas X e Jack Harlow sulle note di Industry Baby, la mega hit queer fra tute fucsia, coreografie sensuali e una prigione piena di ballerini neri gay. Lil Nas X, ventiduenne gay rapper nero, ha contribuito a scardinare ogni tabù restante al piccolo schermo, sfidando i confini dell’espressione di genere e vincendo il premio più importante della serata per il Video dell’Anno, grazie a Montero (Call me by your name).

Doppia vittoria per Justin Bieber, come Artista dell’anno (opinabile) e Miglior Video Pop. Bisogna concedergli che Stay, il duetto con il diciottenne TheKid Laroi che ha cantato ieri sera con Bieber, è davvero un grande pezzo. Billie Eilish, presente con il fratello Finneas, ha vinto il premio per il Video for Good, grazie a Your Power, mentre la coppia Shawn Mendes – Camilla Cabello si è divisa. Il primo ha cantato Summer of Love, il suo nuovo singolo non particolarmente memorabile, la seconda Don’t Go Yet, il pezzo latino trascinante con cui ha chiuso l’estate.

Coppia magnifca quella formata dall’attrice Megan Fox, splendida in color carne, e Machine Gun Kelly, che si è esibito con Paper Cuts e ha anche vinto il premio al Miglior Video Alternative per My Ex’ s Best Friend. Tra i big anche Ed Sheeran, che ha intonato Bad Habits, e i BTS, vincitori del premio per il Miglior K-Pop Video con Butter. Particolarmente felice la vittoria di Doja Cat (che ha presentato la serata con una serie di look discutibili) e SZA con Kiss Me More, premiata come Miglior Collaborazione.

Certo, mancavano nomi importanti, e non occorre andare tanto indietro per trovare una lista di performer più emozionante: ai Grammy dello scorso marzo Taylor Swift, Harry Styles, Dua Lipa e Cardi B, l’anno scorso ai VMAs Lady Gaga e Ariana Grande. Tuttavia, per la prima volta in due anni, una grande cerimonia ha avuto un pubblico folto, coinvolto, uno show ricco di umanità e adrenalina. Ne siamo quasi fuori, e la musica, nella sua diversità, ci ha aiutato enormemente.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: