Una donna promettente – di Emerald Fennell

Già dal trailer si intuiva perfettamente: Una donna promettente, lungometraggio di debutto dell’attrice Emerald Fennell, assicurava sin dalle prime inquadrature di essere un passaggio per certi versi rivoluzionario a un cinema d’autrice altro rispetto a quanto visto finora. La promessa è stata rispettata.

La trama

Arrivato in ritardo in Italia per lo scandaloso doppiaggio della grande Laverne Cox, Una donna promettente è la storia di Cassandra (una strepitosa Carey Mulligan), una trentenne ex studentessa di Medicina che ha abbandonato l’Università e lavora in una caffetteria con l’amica Gail (Laverne Cox). Priva di relazioni e arrabbiata per ciò che è successo anni prima alla migliore amica Nina, Cassandra si trova a fronteggiare di nuovo le persone che l’hanno ferita quando inizia a frequentare Ryan (Bo Burnham), ex compagno di corso ancora in contatto con l’ambiente della Foster University.

Un thriller magistralmente scritto

Alternando sapientemente il registro thriller con quello smaccatamente ironico e un alone di profondo dramma, la scrittura di Emerald Fennell si fa portavoce di una denuncia contro la cultura dello stupro come poche ce ne sono state. Man mano, attraverso la vendetta di Cassandra, la Fennell mette sotto scacco tutti i colpevoli di questa modalità di pensiero, dai più marginali (e comunque complici) a quelli principali, per concedersi un finale ricco di originalità.

L’idea grandiosa di Emerald, espressa da una Mulligan in stato di grazia, si avvale di un’estetica e di uno stile personalissimi e che rendono ancor più potente il contenuto. Punta molto sulla simmetria nelle sue inquadrature, che tagliano leggermente le figure, e su un cromatismo in cui al rosa, turchese e bianco del giorno si contrappongono le luci viola delle discoteche, il rosso sangue del primo divano su cui Cassie si finge ubriaca, l’accesissimo trucco che riprende le extension. Ci sono riferimenti alla pop art e all’arte pittorica, nelle scene della caffetteria come in quella del primo bacio con Ryan.

C’è una sequenza d’apertura, una sorta di primo piano all’altezza della vita degli uomini in discoteca, che stacca poi bruscamente con il montaggio su un totale in cui la musica si abbassa notevolmente e i movimenti tornano alla velocità naturale, sottolineando la ridicole pretese e il disgusto che provoca un gruppo di persone che pretende, prevarica e si sopravvaluta convinto che la farà sempre franca. Cassandra è il monito per loro. Time’s Up.

Accoglienza da Oscar

In patria praticamente chiunque abbia studiato cinema ha amato Una donna promettente. La donna promettente di sicuro è Emerald Fennell, che al suo debutto come regista e sceneggiatrice ha creato un’opera significativa e assolutamente indelebile, un thriller drammatico e allo stesso tempo catartico. La Fennell, premiata per la Miglior Sceneggiatura Originale con un Oscar e con un BAFTA (l’Oscar britannico), è stata solo la settima donna ha ricevere una nomination ai Golden Globes e agli Oscar come Miglior Regista. Carey Mulligan, candidata all’Oscar, ha sbalordito la critica con la sua performance, premiata agli Indipendent Spirit Awards e ai Critics Choice Awards come Miglior Attrice e inserita anche nella cinquina dei Screen Actors Guild Awards.

Soprattutto, Una donna promettente ci ha ricordato quanto abbiamo bisogno di punti di vista diversi. Non vedo l’ora di rivedere Fennell all’opera, così come Greta Gerwig, Lorene Scafaria, Chloe Zhao e tutte le registe che finora hanno vissuto nell’ombra.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: