Billboard Music Awards 2021: le nominations

Non sembra vero, ma piano piano le sale riaprono, i set aumentano, e il mondo dello spettacolo rivive dopo un anno difficilissimo. Tra tutti, l’evento più prossimo sono i Billboard Music Awards, i prestigiosi riconoscimenti annuali delegati da Billboard, la storica rivista statunitense che più di tutte tiene conto del meglio, in senso commerciale, ma non solo, della musica stelle e strisce. La Hot 100 e la Billboard 200 sono infatti rispettivamente le classifiche per i singoli e gli album più venduti negli States redatte settimanalmente da Billboard, ormai attiva da oltre un secolo.

I Billboard Music Awards, datati 23 maggio, hanno annunciato pochi giorni fa le proprie finaliste, dando importanti segnali sul meglio dell’industria musicale 2020-2021 . Ancora tutto tace per quanto riguarda le performance, ma tanti e tante sono le grandi personalità coinvolte. A guidare il listone delle candidature è The Weeknd, a quota sedici nominations. Il cantante canadese è anche candidato in tutte le principali categorie: Artista dell’anno, Artista della Billboard 200, Artista della Billboard Hot 100, Album della Billboard 200 per After Hours. In queste categorie, eccezion fatta per i singoli, si distingue anche Taylor Swift grazie a folklore, candidata anche come Artista femminile dell’anno. In questa sezione la competizione è agguerritissima, con Billie Eilish, Ariana Grande, Dua Lipa e Megan Thee Stallion a fare compagnia alla Swift. Ben sette le nominations per la rapper, con Lady Gaga candidata come Miglior Artista Dance/Eletronic, Miglior Album Dance per Chromatica e Miglior canzone Dance grazie sia a Stupid Love che a Rain On Me.

Miley Cyrus trova spazio nella categoria Miglior Album Rock per Plastic Hearts, con la sua madrina Dolly Parton candidata alla Miglior Canzone Christian per il duetto There Was Jesus. Fra le categorie principali c’è invece quella per la Canzone più venduta: Dynamite dei BTS se la vedrà con WAP di Megan Thee Stallion e Cardi B, Savage della stessa Thee Stallion e Blinding Lights di The Weeknd.

Dulcis in fundo, il più importante riconoscimento porta la firma di un’artista coraggiosa e onesta, la cui ultraventennale carriera l’ha portata da outsider semi-rock/punk a artista matura e performer dai tour campioni d’incassi. Ha cantato al Super Bowl, vinto tre Grammy Awards, venduto oltre cento milioni di dischi e soprattutto dato voce a una serie di pezzi memorabili: da Get The Party Started a Lady Marmalade, da Fuckin Perfect a Blow Me One Last Kiss, da So What a Raise Your Glass fino a Just Give Me a Reason, Just Like Fire e What About Us. P!nk riceverà l’Icon Award, assegnato prima di lei a leggende come Cher, Celine Dion, Mariah Carey e Jennifer Lopez, nella serata presentata da Nick Jonas che, si spera, sarà l’inizio di una nuova era.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: