Film anni Cinquanta del giorno: Noir, Caccia al ladro e L’ultimo agguato

Grace Kelly e Cary Grant nel finale di Caccia al ladro

Per sapere che Alfred Hitchcock fosse il genio del noir/thriller della Golden Age hollywoodiana non serviva certo leggere questo blog. Tuttavia nella mia speranza di dare qualche consiglio per chi come me non sa da che parte cercare di tanto in tanto, specialmente nelle sere di pandemia, mi ritrovo a dover ripetere: che grande genio era Alfred Hitchcock. Il noir anni Quaranta-Cinquanta è in assoluto fra i generi preferiti di chi scrive, ma nei film del maestro, per lo meno in alcuni, la suspence e l’angoscia sono accompagnate da una certa dose di divertimento e da un disteso clima di leggerezza che assieme alla perenne sensazione di sospetto e mistero creano una miscela praticamente irresistibile.

Questo è il caso di Caccia al ladro, un film definito spumeggiante dalla critica, commedia romantica nel subplot, storia di John Robie, un ex ladro e partigiano, chiamato “Il gatto” per la sua capacità di spostarsi sui tetti, sospettato di rubare gioielli anche ad anni di distanza dall’ultimo colpo, che deve provare la sua innocenza e per farlo cerca di anticipare le mosse del vero ladro.

Nel processo incontra una ragazza straordinaria, una ricca americana in viaggio con la madre che ammira il gatto e diventa pedina fondamentale per aiutare John nel suo obiettivo. Ah, quanta soddisfazione nel vedere i risultati del connubio Kelly – Hitch sul grande schermo, questi personaggi femminili impregnati della bellezza da statua della futura Grace di Monaco e della sua vitalità, curiosità, pragmaticità. L’elegante e intelligente Frances non è al livello dell’intrepida eroina de La finestra sul cortile, ma resta un personaggio non del tutto convenzionale.

Altra collaborazione collaudata è quella fra il regista e Cary Grant, che avrà anche il fascino e il carisma del divo anni cinquanta, ma è terribilmente fuori parte nel ruolo di un agile criminale che scala palazzi e forza serrature. Cary, all’epoca già cinquantenne e dal portamento da uomo comune, non me ne vogliate, ma non ha con sé il mistero né il physique du role.

Tuttavia, non è solo la sceneggiatura a rapire : l’uso della macchina sugli elicottori permette piani sequenza vastissimi, grandi fotografie della splenida Costa azzurra e della ricchezza territoriale che si sposa con quella più venale dei diamanti.

Angela Lansbury

Se Caccia al ladro è un classico da vedere e da cui lasciarsi prendere, lo stesso non si può dire de L’ultimo agguato, noir del 1954 che ci porta un’idea intrigante non ben sviluppata. Un uomo ridotto in difficoltà economiche riceve un impiego da uno sconosciuto e ha l’opportunità di fare un salto di qualità grazie a un incarico con una ricchissima e affascinante donna, che richiede però una assicurazione sulla vita alta. L’uomo, che si chiama Edward e si presenta da subito come fortemente sospettoso e distaccato, teme che dietro l’accordo si celi un arricchimento a sue spese. Attratto dalla committente, la bionda Doris, ne è allo stesso tempo spaventato.

Fin qui vi ha incuriosito? Questo tema della femme fatale vi sembra poco originale? Scenografia e sceneggiatura non sono niente di che, questo vago clima erotico che pervade la narrazione e l’ambivenza del personaggio femminile, interpretato da un’esperta di ciniche arriviste, la grande Angela Lansbury, sono i punti che più si distinguono. Lui, Edward, è Keith Andes, molto attivo a metà secolo. Per il resto, se associato a un qualsiasi lavoro di Hitchcock questo film sparisce senza troppo combattere, più per gli scivoloni del plot (sul finale in particolar modo) che per la storia in sé, che crea quell’angoscia obiettivo del genere. Nel caso vogliate dare un’occhiata, su YouTube l’originale in italiano. Sperando di essere stato utile, a prestissimo🎥

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

One thought on “Film anni Cinquanta del giorno: Noir, Caccia al ladro e L’ultimo agguato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: