Sula – Per onorare Toni Morrison

Toni Morrison avrebbe compiuto novant’anni due giorni fa. Nata il 18 febbraio del 1931 in Ohio, la cantastorie della comunità afroamericana del secolo XX, ci ha lasciatə nell’estate 2019, dopo quasi cinquant’anni di attività come scrittrice. Nella prefazione a L’origine degli altri, Roberto Saviano scrive “Esisto solo se escludo qualcuno, esistiamo solo se scacciamo nel basso dei commenti e delle gerarchie umane chi ci appare diverso. E può essere chiunque: il meridionale, il nero […] non esistono contesti protetti”. Toni ha preso come protagonisti della propria narrazione tutti e tutte coloro che hanno costituito per l’intera Storia l’Altro, il diverso, l’escluso, colui o colei che rende possibile con la propria discriminazione la creazione di una comunità fondata sul disprezzo e sulla supremazia di una categoria sull’altra.

Per onorare la memoria di un genio servirebbe un elegia al di sopra delle possibilità di chi scrive: il tentativo sarà quindi quello di rendere conosciuta, o riscoprire con chi legge, Sula, romanzo del 1973, tra i più noti e apprezzati della Morrison. Sula è la storia di un’amicizia, prima di tutto, e come gran parte dei romanzi della Morrison è una storia con una protagonista definita, ma anche un’opera corale, in cui i personaggi importanti sono tutti quelli creati dalla pena e dall’immaginazione della Morrison. Sula e Nel, due bambine che vivono in Ohio, hanno due famiglie, due case, diametralmente opposte. Piena di parenti e persone quella della prima, vuota quella della seconda. Entrambe vivono nel Fondo, la comunità a parte isolata dai bianchi e costituita da soli neri. Crescendo, il fortissimo legame che le unisce si spezza, al punto che Sula, accusata dalla nonna di aver goduto della morte della madre, decide di lasciare il Fondo, e Nel, per poi ritornare dopo molti anni. Le due concezioni completamente diverse della vita e della loro relazione delle due le porta però a fronteggiare verità che non hanno mai potuto dire.

Sula è un romanzo, come ogni scritto di Morrison, intriso di realismo e di eventi quasi soprannaturali, che hanno una connotazione fortissima. Nella letteratura di Morrison i singoli episodi hanno una forza rivelatrice per i personaggi, sulla loro stessa natura, che non è comune nella scrittura classica. Non servono dialoghi, sono i fatti, che siano di quotidianità, che siano premeditati o accidentali. Sula, come Amatissima, ma in modo meno commovente, più legato alla complessità umana che alla sua infinità bontà, trascende il giusto e sbagliato, l’errore universalmente condannato. Morrison era oltre le categorie dualistiche, per questo capace di creare personaggi dalle mille sfumature. Sula è una donna indipendente e capace di vivere la solitudine, eppure fragile e bisognosa dell’affetto di Nel: in lei c’è del sadismo e della dolcezza, i suoi errori sono innocenti e crudeli. Nel da parte sua è molto più vicina alla sensibilità di chi legge, un personaggio che non riesce a staccarsi e la cui sofferenza non dipende tanto da ciò che accade quanto da quello che non succede.

Toni Morrison ha creato mondi imperfetti e dolorosi, ricchi di una cultura dimenticata e ignorata, con una narrazione che sfida sempre il surreale pur mantenendo l’adesione all’umile, al particolare, allo scenario ombroso delle vite straordinarie nella loro assoluta miseria. È stata una cantastorie di una delle culture più violate del mondo e la sua testimonianza, arricchita dall’inestimabile purezza letteraria delle sue opere, sono motivo di gratitudine. per aver avuto nella nostra epoca così grandi autrici.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: