Ricordando Whitney

Risultato immagini per whitney houston

Aretha Franklin – Regina del Soul, possa anche lei riposare in pace- ha parlato della voce di Whitney Houston come di un dono di Dio. Whitney ha significato tanto per le artiste più giovani quanto per le sue coetanee. Tuttavia, se parole del genere vengono da vere e proprie leggende, la musica cambia, assume ancora più significato.

Whitney aveva talento, un talento enorme. Aveva la voce di un sogno e stava bene sul palco, amata dal pubblico quanto lei amava lui e la musica, profonda connessione con il mondo. Troppo presto se ne è andata, dopo anni di complicazioni. Le sue canzono hanno segnato un’epoca come quelle di pochissime altre artiste. Da The Greatest Love of All a It’s Not Right but It’s Okay, tutte le declinazioni dell’amore hanno avuto il privilegio di essere intonate dalla più bella voce che ci sia stata.

Sono ppassati già nove anni da quell’11 febbraio in cui il suo corpo privo di vita fu trovato nella vasca da bagno e da allora non c’è settimana che passi senza udire la sua voce, la sua arte, la sua eredità.

Non possiamo quantificare tutto quello che ha dato Whitney. Possiamo provarci parlando dei suoi 200 milioni di dischi venduti, del successo e dell’universalità di singoli come How Will I Know, I Wanna Dance with Somebody, All The Men That I Need, Saving All My Love, della spettacolare collaborazione con Mariah Carey nella grande When You Believe. Una diva fra le dive, con una perla sulla cima del tesoro. Guardia del corpo, il film romantico con sotto-trama thriller capace di incassare oltre quattrocento milioni di dollari, in cui Whitney è la popstar innamorata del suo bodyguard, interpretato da Kevin Costner. La colonna sonora è diventata l’album più venduto da un’artista donna di tutti i tempi, con la riedizione di I Will Always Love You, la struggente I Have Nothing, la grande traccia disco Queen of the Night e la melodicamente trascinante Run to You. Difficile immaginare un altro album così ricco di pezzi indimenticabili, potenti, immortali.

Whitney ci manca, ci mancano le sue performance vocali strabilianti, ci manca l’energia che metteva sul palco, tutta affaticata e sorridente. Ci manca vederla ritirare decine e decine di riconoscimenti, ringraziando alla rinfusa il mondo intero, ci manca sapere che la bellezza più pura fa parte del mondo in cui viviamo. Per questo la ricordiamo, e cerchiamo di prendere il meglio del suo lascito. Siamo tuttə in debito, Whitney.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: