Il più bel casinò del Texas (è quello di Dolly!)

The United States of Dolly Parton | The New Yorker
Photograph by Irving Penn / ©

Restando nella scia della mitica Dolly, non posso evitare di parlare dell’ultimo film che ho visto : Il più bel casinò del Texas, commedia musicale del 1982 a dir poco originale.

Il Chicken Ranch è un bordello di grandissima tradizione nello stato del Texas, accettato e apprezzato da tutti i membri della comunità, gestito alla fine degli anni ’70 dalla bella Miss Mona, maitresse rispettata, figura madre delle prostitute con una grande disciplina e un regolamento ferreo. Miss Mona ha una relazione senza impegni con lo sceriffo della città, Ed Harley, e tutto sembra scorrere bene, fino a che uno stravagante conduttore televisivo molto noto per le sue inchieste fa partire una crociata contro il Chicken Ranch e lo sceriffo Harley.

Il più bel casinò del Texas è stata una sorpresa incredibilmente piacevole, una commedia allegra con canzoni coinvolgenti e coreografie eseguite alla perfezione, che trova la sua specificità nell’ambientazione e nel tono: il bordello è qui un’istituzione apprezzata, non è condannato moralmente né in esso sono presenti ragazze infelici o sfruttate. La cosa che fa più riflettere è come, col passare dei minuti, ci si renda conto che la vera storia non sia quella del Chicken Ranch o della presunta immoralità della prostituzione legalizzata, quanto quella di Ed Harley. Harley è il vero protagonista, è lui che compie un arco di trasformazione che lo porta ad assumersi le sue responsabilità, rinunciare a una vita in due staffe e capire cosa vuole davvero: è una storia di amore e crescita, a cui la casa chiusa, coi suoi personaggi adorabili come la tuttofare Jewel, fa da ottimo sfondo/ co-trama.

Lo sceriffo di Burt Reynolds ha la faccia giusta e l’aggressività ingenua dell’uomo semplice ma in buona fede, mentre una Dolly Parton bella come mai, disinibita e scherzosa, è il vero diamante del film, con i numeri musicali che alzano parecchio il livello: dalla spumeggiante A Lil’ O Bitty Passaint alla struggente e tenera Hard Candy Christmas non c’é un solo pezzo fuori posto, con la celebre ballad I Will Always Love You di Dolly come ciliegina su una torta gustosa e diversa.

Il più bel casinò del Texas è stato uno dei quattro musical di maggiore successo degli anni ’80, e, per il ruolo di Miss Mona, Dolly ha ricevuto una candidatura ai Golden Globes come Miglior Attrice in una commedia, con il film nominato come Miglior Commedia/Musical.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: