Simone de Beauvoir – una vita avanti

“Donna non si nasce, si diventa”

Simone de Beauvoir – Il secondo sesso

Una vita può contenere moltitudini, ma se la vita è quella di Simone de Beauvoir, non se ne hanno mai abbastanza. Nata il 9 gennaio del 1908 a Parigi, Simone de Beauvoir è stata sempre avanti sul tempo, nella vita personale come nel suo pensiero di filosofa. Figura universalmente conosciuta, compagna di vita dello scrittore e fondatore dell’esistenzialismo Jean-Paule Sartre, la de Beauvoir ha creato quella che è forse la più celebre pietra miliare del femminismo, l’enorme e dettagliatissimo, rivoluzionario saggio Il secondo sesso, pubblicato nel 1949 e rimasto negli annali come lettura imprescindibile.

File:Simone de Beauvoir in Beijing 1955.jpg - Wikimedia Commons

Tutto il femminismo della seconda ondata è stato influenzato, plasmato dalle parole e dai ragionamenti indiscutibili della de Beauvoir. La donna come Altro rispetto all’uomo, il femminismo della differenza, l’idea del genere come costrutto sociale, tutto questo ci deriva da Simone, che ha avuto una carriera come scrittrice e filosofa, partendo dall’insegnamento. Oggi, in onore di questa donna eccezionale, ne voglio ricordare il coraggio a tutto tondo attraverso la biografia a lei dedicata dalla RBA nella collezione Grandi Donne.

Elogi meritati per il progetto della RBA, fondamentale non solo dal punto di vista della testimonianza storica, ma anche in quello dell’identificazione da parte del pubblico. Si dice sempre che la Storia è fatta dagli uomini (ovviamente, visto la struttura millenaria patriarcale) ma queste donne hanno spezzato le catene della sottomissione, con una forza interiore che non smetterà mai di commuovere e ispirare. La biografia dedicata a Simone ci porta nella sua adolescenza fatta di un’intelligenza e di un’applicazione allo studio tali da rendere una ragazza francese degli anni ’20 compagna di studi di studenti maschi in scuole misogine e sessiste. Solo il 15% di coloro che tentavano l’abilitazione in Filosofia riusciva a ottenerla e a poter insegnare: Simone riuscì a essere in quel gruppo ristrettissimo, e iniziò durante la Guerra la sua carriera come insegnante, oltre che quella di scrittrice. Bisessuale e in una relazione poliamorosa, Simone parla della sua esperienza con la compagna Olga, parte del trio con Sartre, ne L’invitata, prosegue i suoi romanzi autobiografici con opere come Memorie di una ragazza perbene, I mandarini, L’età forte. Resta sempre a fianco di Sartre, anche quando non ci è fisicamente. Visita gli Stati Uniti e qui si innamora di un cronista americano di Chicago, torna in Francia e pubblica Il secondo sesso, divenendo punto di riferimento per migliaia di donne che le si rivolgono in numerose lettere.

Ogni anno in Francia, abortiscono un milione di donne.
Condannate alla segretezza, sono costrette a farlo in condizioni pericolose quando questa procedura, eseguita sotto supervisione medica, è una delle più semplici.
Queste donne sono velate, in silenzio.
Io dichiaro di essere una di loro. Ho avuto un aborto.
Così come chiediamo il libero accesso al controllo delle nascite, chiediamo la libertà di abortire

Simone de Beauvoir – Manifesto delle 343

Insomma, il testo della RBA fa capire fino in fondo quanto questa pensatrice fosse indipendente, avanti sul proprio tempo, tanto da scrivere il testo del Manifesto delle 343, nel 1971, attraverso cui 343 donne sostenevano di aver praticato almeno un aborto durante la loro vita, tra cui Simone, e chiedevano una legalizzazione per l’interruzione di gravidanza. Una donna la cui vita stessa è un esempio di fede a se stesse. Poco più di un secolo fa la de Beauvoir veniva alla luce per aiutarci a capire che spetta a noi lottare per il tempo in cui vogliamo vivere.

“L’uomo si definisce come essere umano e la donna come femmina. Quando si comporta da essere umano si dice che sta imitando il maschio.”

Simone de Beauvoir – Il secondo sesso

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

2 pensieri riguardo “Simone de Beauvoir – una vita avanti

Rispondi a byron1824 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: