Funny Money – uno schiaffo al sessismo

Photograph of Whoopi Goldberg Delivering Remarks at a White House Special  Olympics Dinner - U.S. National Archives Public Domain Image
La straordinaria Whoopi

Serviva Whoopi Goldberg per dar vita a una brillante commedia capace al contempo di condannare il sessismo nel mondo del lavoro e divertire con personaggi formidabili. Funny Money, interpretata e co-prodotta dalla Goldberg nel 1996, è un film che fa vedere con chiarezza l’ipocrisia e la dichiarata misoginia della upper class statunitense.

Laurel Ayes, analista finanziaria di Wall Street, collabora con il più giovane Frank, ed è prossima a una promozione importante. Tuttavia, Frank le ruba le idee e la promozione e Laurel, indignata, si licenzia e decide di aprire una start-up, che però fatica a decollare. Nessun uomo d’affari vuole infatti mettersi in società con una donna nera, ed è così che Laurel si inventa Robert Cutty, socio bianco dalla lunga esperienza, che non riesce mai a essere presente a causa dei tanti viaggi ma che fa innamorare tutta Wall Street.

Così, attraverso il più frenetico, corrotto e maschilista settore dell’economia, Funny Money smaschera l’assurdità del sessismo e le contraddizioni del patriarcato, che idolatra le idee di una donna nera, ma solo se portate avanti da un uomo bianco. Se i continui problemi costringono Laurel a soluzioni geniali e comiche, allo stesso tempo danno ritmo alla narrazione e tengono il pubblico attento. Dianne Wiest, veterana di Hollywood, è la dolcissima Sally, assistente intelligente e sottovalutata, con Whoopi che unisce la sua risata irresistibile a un carattere scorbutico, energico, che si piega ogni tanto ma non si spezza mai. A completare il quadro ci pensa l’amica drag di Laurel, imitatrice di Barbra Streisand che fornisce il make up trasformativo per creare Cutty.

Funny Money è come un colpo alle fondamenta dei pregiudizi di genere e di razza, con una coppia di attrici divertenti e complementari. Non ai livelli del Club delle prime mogli (dello stesso anno), ma da recuperare, far vedere, discutere.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

4 pensieri riguardo “Funny Money – uno schiaffo al sessismo

      1. E’ anche per il fatto che siamo sempre sulla stessa lunghezza d’onda che visito sempre con piacere il tuo blog. Un altro motivo è che trovo sempre almeno un post interessante (stamani ne ho trovati addirittura 2, quelli che ho commentato). Grazie mille per aver risposto ad entrambi i miei commenti! 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: