Positions- prime impressioni

View this post on Instagram

🤍 positions (the album) is out now 🤍

A post shared by Ariana Grande (@arianagrande) on

Positions, sesto album in studio di Ariana Grande, ha fatto la sua comparsa nel mondo musicale oggi, 30 ottobre 2020, divenendo il terzo album nell’arco di poco più di due anni per la popstar statunitense. Trainato dall’omonima title track, che ha debuttato alla prima posizione nel Regno Unito e si contende il primato anche negli Stati Uniti, Positions è un album R&B forte di 14 tracce tra cui le collaborazioni con il rapper Ty Dolla $ign, il cantante The Weeknd, di grande successo in questo 2020, e Doja Cat, ultima delle nuove leve del pop/hip-hop made in America.

Coerente nel sound, un R&B leggero e dai ritmi rilassati, nella struttura, formata da tracce per lo più brevi, e nella stesura, con testi per lo più rimandanti all’amore erotico e sentimentale, Positions rappresenta per Ariana un’inversione di tendenza rispetto a Sweetener e thank u, next, dischi più vicini a basi elettroniche e strumentali di maggiore potenza e dai testi più particolari, individualisti e introspettivi. Pur non riuscendo ad incidere attraverso i testi, più generali e per questo, paradossalmente, meno empatici, e superficiali, Positions non delude le aspettative dal punto di vista delle sonorità, morbide e dolci, accattivanti e lente, magari talvolta ripetitive, ma sempre sensorialmente piacevoli.

Pur privo di una vera e propria hit ballabile, di solito sempre presente nei lavori della Grande, Positions può contare sulla bellezza incredibile della voce della sua cantante, una voce molto maturata dall’inizio della carriera, delicata nei registri più bassi e incredibilmente limpida in quelli più alti, un talento purissimo che si fregia di numerosi ricorsi alle whistle notes, accessibili solo ad Ariana e Mariah.

Tra le migliori tracce, a mio avviso, spicca la splendida pov, l’unica pseudo-ballad dell’album, in cui i melismi della Grande sublimano un sottofondo musicale vellutato. motive, la collab con Doja Cat, è invece un pezzo carico di energia, uno dei più sincopati del disco, e funziona, così come la ipnotizzante ed esplicita 34+35, che dovrebbe diventare il secondo singolo dell’album, e l’irresistibile nasty. my hair è un’altra bella canzone, un vocal-showcase di Ariana che usa il whistle tone la head-voice in modo ineccepibile, mentre grande successo sta riscontrando la collaborazione con The Weeknd, off the table.

Se safety net, west side e six thirty non incidono particolarmente obvious ha il crescendo giusto per impressionare, e just like magic beneficia della sua funzione di collante, con rimandi testuali alle altre tracce. shut up suona molto come una canzone vuota ed evitabile, un po’ la make up di Positions, love language non ha un’esplosività né nel ritmo né nel modo in cui è proposta, ma la base è assai diversa da quella degli altri pezzi, e le consente di distinguersi bene.

Per quanto riguarda la recezione, per avere un responso complessivo significativo bisognerà aspettare ancora un po’, ma nel frattempo degli elementi interessanti non mancano. Sulle piattaforme streaming l’album sta infatti andando fortissimo: primo su iTunes Us e in vetta anche nella classifica globale, Positions è in cima anche nella classifica Apple USA degli album più venduti, con tutte e 14 le tracce presenti nella top50 della classifica dei singoli Apple.

Per quanto riguarda la critica, il The Guardian, SPIN e l‘Independent hanno espresso pareri tiepidi, apprezzando la qualità dell’album, ma considerandolo ripetitivo e meno interessante dei due precedenti. Il disco invece è piaciuto molto agli esperti del settore di Consequence Of Sound e Clash, che ne parlano come di un progetto maturo e accattivante. In attesa del prossimo singolo e dei primi dati ufficiali, nel frattempo, bentornata Ariana.

Pubblicato da Stefano Ceccanti

Scrivo, leggo, guardo un sacco di film e mi informo il più possibile. Femminista intersezionale e queer ⚧️, animalista, antirazzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: