Tanti auguri Katy: 36 anni di fenomeno pop

C’era una volta un’aspirante musicista protestante con un padre pastore e una grande speranza, sfondare nell’industria musicale. Spoiler: non ci riuscirà, il suo disco di debutto venderà solo 200 copie e per anni non si saprà niente di lei.

Ma la vita dà sempre seconde occasioni, e la storia di Kathryn Hudson ne è uno splendido esempio. Abbandonando le spoglie dell’estremo cristianesimo, imparando a suonare la chitarra, girando gli States in cerca di ispirazione e trovando, finalmente, un’opportunità, quella ragazza fa nascere una delle più grandi icone pop della storia contemporanea.

Katy Perry ha saputo concentrare in se stessa, nella sua immagine patinata e scintillante, tutte le caratteristiche dell’America bianca e ricca dell’ultimo mezzo secolo.

Preconfezionata, contenutisticamente vuota forse, ma irresistibile nel sound, ricercata nei costumi, autoironica e soprattutto giocosa. Gioca con se stessa, nei video, nei testi, gioca con la moda, con la sessualità, con tutto ciò che le passa sotto mano. Il risultato? Un excursus cartoonistico ed enfatico del pop più zuccheroso, allegro, superficiale e accattivante, una carriera costruita su una serie inarrestabile di singoli stilisticamente perfetti.

Da One Of The Boys (2008), uno dei suoi migliori lavori, con la queer hit I Kissed A Girl e l’inno generazionale Hot N Cold, con la title track dalla leggera contaminazione rock e la ballad Thinking Of You, all’incredibile Teenage Dream, quintessenza pop capace di narrare lo spirito di una generazione con leggerezza e dolcezza, unico album della storia con 5 singoli al numero 1 in America. Dal riuscitissimo Prism, con le hit planetarie Roar e Dark Horse, al sottovalutato Witness, fino al debole Smile, ultima fatica discografica pubblicata in contemporanea alla nascita della primogenita Daisy Dove.

Una carriera ricca di record, con oltre 150 milioni di dischi venduti, 13 candidature ai Grammy senza mai riuscire a strapparne uno, una serie di performance iconiche e ora, quando il successo l’ha abbandonata, la felicità della maternità e dell’amore con il promesso sposo, Orlando Bloom.

Quindi tanti auguri Katy, fenomeno delle classifiche, reginetta dell’America dorata, eterna teenager dei nostri sogni più belli.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

2 pensieri riguardo “Tanti auguri Katy: 36 anni di fenomeno pop

  1. Splendido il fatto che Katy Perry non si sia arresa dopo il superflop del primo disco. Evidentemente aveva una tale autostima e una tale voglia di arrivare che non si sarebbe fatta abbattere da niente e da nessuno.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: