Ariana presidentessa d’America: Positions è l’obiettivo-utopia, ed è già un successo

Presidentessa a capo di una squadra di donne di ogni discendenza e persone appartenenti alla comunità queer, capitana della democrazia statunitense che firma decreti e si dà da fare in cucina, Ariana Grande batte un altro colpo con Positions lead single dell’omonimo album in uscita il prossimo 30 ottobre.

Ariana Grande è tornata: a distanza di cinque mesi dalla fortunata collaborazione con Lady Gaga e oltre un anno e mezzo da thank u, next, la principessa del pop americano ha rilasciato il primo sguardo sulla sua nuova era, con tanto di video musicale diretto da Dave Meyers (già collaboratore nei suggestivi No Tears Left To Cry e God Is A Woman). Nel suddetto Ariana ci è mostrata in tutto il suo splendore alla Casa Bianca, in una posizione di primo piano, trattando con rispetto e amicizia le collaboratrici e i collaboratori di cui si è circondata. Con un notevole gioco con il testo, di chiara natura sessuale-sentimentale, Ariana sottintende che le posizioni di cui parla sono anche quelle di comando.

Qui è il caso di soffermarsi e fare una considerazione: nel suo piccolo la Grande ha contribuito molto a sensibilizzare il suo giovane pubblico sull’importanza del voto alle prossime elezioni presidenziali, in atto conclusivo il 3 novembre, condividendo le modalità di voto stato per stato sui propri social (seguiti complessivamente da più di 300 milioni di account) e schierandosi a favore di Biden (sarebbe meglio dire contro Trump, come un po’ tutta la sinistra statunitense) e Harris. Il video di Positions assume quindi un significato di rilevanza e coerenza con gli intenti della Grande: uno stato in cui le minoranze siano finalmente protette, in cui gli interessi di quelle parti della popolazione più svantaggiate siano tutelati e resi prioritari è quello che Ari ci propone. Una netta opposizione al suprematismo bianco, al populismo, al razzismo, alla misoginia e all’omotransfobia sfoderata con orgoglio da Trump negli States, ma anche dalla destra in Italia, per dire.

View this post on Instagram

positions out now 🤍 directed by @davemeyers

A post shared by Ariana Grande (@arianagrande) on

Con un gioco di switch (come seguendo il testo della canzone) Positions gira le stanze della Casa Bianca e ci mostra Ariana in look alla Jackie Kennedy, seguita dalle sue intrepide collaboratrici e a spasso con i suoi adorabili cani. Una traccia R&B con molti contro cori vocalizzati dalla stessa Ariana, leggera nel sound ma molto accattivante e con un ritornello che resta impresso, Positions non si discosta troppo dai più recenti lavori della star di Boca Raton, e non è certo la migliore canzone per esprimere le potenzialità vocali di una cantante dotata come lei, ma è comunque un ottimo inizio per la sesta era di Ariana, trendsetter dell’eguaglianza, tanto da aver raggiunto la vetta iTunes in ben 50 paesi differenti. La regina dello streaming ha colpito ancora.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: