La finestra sul cortile

File:Grace Kelly30419.jpg - Wikimedia Commons

Il miglior film nel suo genere: ecco che cosa direi de La finestra sul cortile, capolavoro hitchcockiano del 1954, film che rasenta la perfezione grazie ad una suspance sempre altissima, un mix di generi che comprende il giallo, il thriller, pur senza nemmeno una goccia di sangue, mantenendo un tono leggero e più divertente ed intrigante che angosciante.

Definito come un film sul cinema, La finestra sul cortile riesce a raggiungere il massimo coinvolgimento dello spettatore o spettatrice attraverso l’uso della soggettiva e l’identificazione del pubblico con il protagonista, il fotografo Jeff Jeffries, immobilizzato sulla sedia a rotelle a causa di un incidente. Jeff, annoiato dalla sua condizione di staticità, passa le sue giornate a osservare i vicini dalla finestra, da cui può vedere le vite di tanti soggetti, grazie alle ampie finestre dei palazzi circostanti. Lo sguardo del pubblico è quello di Jeff e la sua visuale viene interrotta solo in due momenti durante il film, i più intensamente attivi. La maggior parte del film infatti è soprattutto speculativa, una lunga indagine di Jeff, della sua bellissima ed elegante fidanzata Lisa e dell’infermiera Stella, i cui sospetti riguardano il dirimpettaio Lars Thorwald, accusato da Jeff di aver ucciso la moglie e di averla fatta a pezzi per nasconderne il cadavere.

Il film gioca sull’identificazione fra il pubblico ed il protagonista, sulla somiglianza al teatro dovuta dall’unica, splendida scenografia, sullo sguardo, che non è solo presente nell’uso quasi esclusivo della soggettiva, ma anche attraverso l’utilizzo del flash come arma, del teleobiettivo come strumento di spionaggio, sul progressivo convincimento delle protagoniste della bontà delle ipotesi di Jeff. Con una regia sopraffina e una sceneggiatura che sembra sempre insinuare per poi smentire subito dopo, La finestra sul cortile si tiene strette spettatrici e spettatori, costringendoli quasi a non staccare gli occhi dalla scena, quasi insinuando in esse stesse quel vouyerismo di cui è inizialmente accusato Jeff.

james stewart, man, person, actor, jimmy, stewart, moviestar, star,  publicity, black and white, monochrome | Pikist

Ovviamente non poteva mancare un cast eccezionale per rendere completo il gioiellino di Hitchcock, che si avvale della presenza di un divertente James Stewart, che ritroverà sul set in Vertigo (1958), e punta tanto sulla caratterista Thelma Ritter (precedentemente candidata all’Oscar per Eva contro Eva) nel ruolo di Stella, l’infermiera dalla mentalità pratica e dalla lingua tagliente. Grace Kelly, poi, è la personificazione della bellezza, ed unisce al suo incantevole splendore una vitalità non indifferente: il suo personaggio scala i muri e imbroglia gli assassini, senza mai svestire i panni dell’altolocata appassionata di moda. La divina Grace venne premiata nel 1954 dai New York Critics Circle Awards e dal National Board of Review come Miglior attrice dell’anno.

Alfred Hitchcock Filmmaker Man - Free photo on Pixabay

Il film di Hitchcock sfida il cinema classico con una dose di innovazione ed analisi psicologica del ruolo del cinema nei confronti del pubblico e dell’approccio del pubblico ad esso. Mai un film ha saputo comprendere così bene il doppio ruolo della macchina da presa sia come trasparente che concreta nello stesso tempo, allontanando il pubblico ed allo stesso tempo non permettendogli di uscire dalla visione del film come quasi-realtà.

Thelma Ritter (Attrice): Biografia, filmografia, scheda Attrice

La finestra sul cortile, a decenni di distanza, resta un classico di incredibile fattura: candidato a 5 premi Oscar, è stato inserito dall’American Film Institute come il 48esimo dei 100 migliori film americani di tutti i tempi.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: