La biblioteca di Parigi

L’American Library di Parigi è una vera e propria comunità, un luogo di aggregazione, sostegno reciproco, nuove conoscenze: è un vero e proprio centro di scambio di essenze, una formazione sociale, collettiva, di identità, e il suo significato profondo di luce per l’anima e la mente trasuda con forza dalle pagine di questo libro.

La biblioteca di Parigi è un romanzo che segue perfettamente il ritmo degli eventi della Storia, parte con leggerezza e semplicità e diviene sempre più intenso, duro, profondo e complesso con l’avanzare della narrazione e il corrispondente passare del tempo. La storia è infatti una narrazione a due voci, quelle di Odile, giovane bibliotecaria assunta nel 1939 all’American Library, e di Lily, ragazzina del Montana, che vive la sua adolescenza negli anni ’80.

File:American Library Association - ALA - European - French ...
Una vecchia foto dell’American Library

La Seconda Guerra Mondiale, con l’occupazione di Parigi, fa da sfondo alla vita sempre più difficile di Odile, appassionata di letteratura, che trova conforto nelle colleghe, personaggi eccentrici come la contessa Clara de Chambrun e i signori Pryce-Jones e Monsieur de Nerciat, assennati come la direttrice Reeder, instancabile e saggia lavoratrice americana, ed esuberanti come la dolce Margaret, inglese di stanza a Parigi, giovane madre che diviene la più stretta amica di Odile.

“Un inno d’amore a Parigi, al potere dei libri e alla forza dell’amicizia”

Booklist

Janet Skeslien Charles, scrittrice abile, tiene conto dei desideri di Odile, descrive le sue emozioni con immediatezza e non si tira indietro nell’affrontare con realismo i rapporti che crea con chi le sta intorno: Odile prova frustrazione, tristezza, gratitudine, sensi di colpa, gelosia, felicità, amore e cresce, imparando grazie alla Library ed alla sua esperienza personale nel mondo devastato dalla Guerra a fare i conti con le proprie scelte, a stabilire i propri principi. Odile è una donna coraggiosa, responsabile, che è costretta a prendere tutte le proprie scelte senza poter contare sul sostegno dei suoi genitori: deve rinunciare alla loro opinione, perché si è resa ben presto conto della parzialità e dell’arretratezza del loro modo di guardare la realtà.

Dall’altro lato Lily riesce proprio grazie ai consigli di Odile ad imparare dai propri errori, a valorizzare l’amicizia e l’affetto, a dare importanza a se stessa, a saper prendere le decisioni migliori per se stessa. L’autrice ha sottolineato come Odile e Lily siano la stessa persona, ma nate in due momenti ed in due posti diversi, ed effettivamente così è: ma ciò che veramente colpisce è che l’una a bisogno dell’altra e viceversa, che la loro è veramente una relazione biunivoca.

“Una lettera d’amore che ci ricorda che dobbiamo proteggere e amare ciò che abbiamo”

The Bookseller

Skeslien non si fa remore di creare personaggi dinamici, imperfetti, complessi, difficili da giudicare: si distacca con occhio critico dal bianco-nero su cui così facilmente si può cadere nel descrivere situazioni di estremo pericolo e difficoltà. La sua prosa, semplice e scorrevole, illumina la forza della lettura come mezzo di comunicazione, speranza ed evasione e sottolinea la necessità del miglioramento nella vita umana e di come questo sia difficile da ottenere, a meno che non si sgombri il cuore da tutti i pregiudizi che lo tengono legato. Il tutto ricordando gli orrori del nazismo, devastanti anche là dove le condizioni erano le meno difficili, e ponendo con delicatezza l’attaccamento alla propria terra come funzione necessaria alla costruzione di un’identità personale.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

3 pensieri riguardo “La biblioteca di Parigi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: