La donna del tenente francese

A volte ho pietà delle altre donne. Io ho una libertà che loro non sanno cosa sia. Nessun insulto può toccarmi

Sarah

Miss Woodruff è una donna perduta, perché si è data al tenente francese, uomo sposato, e, presa da una malinconia irrefrenabile, passa le sue giornate ad aspettare il suo ritorno al porto, soffrendo il dolore di un amore impossibile. Nell’Inghilterra del 1867, in piena età vittoriana, è impensabile che una donna possa avere un amante senza essere bollata come una prostituta, e infatti questa è la sorte di Sarah Woodruff, vista da tutti e tutte come una donna dalla condotta scandalosa e dall’anima malata. Il suo ardore però coinvolge il bel Charles Smithson, promesso sposo della ricca Ernestina, che è tormentato dall’amore per Sarah e dalla necessità di separarsi da lei.

La donna del tenente francese, film del 1981 girato da Karel Reisz e adattato dall’omonimo romanzo di John Fowles, ha una struttura assai geniale. La storia di Sarah e Charles si alterna con quella di Anna e Mike, due interpreti che stanno girando il film della Donna del tenente francese e che portano avanti, durante le riprese, una relazione extraconiugale. All’inizio io ho avuto difficoltà a capire se la storia di Sarah e Charles fosse esclusivamente finzione, visto che il set cinematografico non viene mostrato fino all’ultimissima scena del film: la scelta della doppia storia d’amore impossibile è interessantissima e i due finali complementari sono qualcosa di molto intelligente, sensato, e anticipato dallo stesso Mike.

Quanto pathos Romantico ha questa storia, quanta densità di emozioni e come è riuscita a realizzare meravigliosamente l’ideale dell’amore impossibile, avversato, della figura dell’eroina byroniana , misteriosa, affascinante, melanconica, distante e appassionata. La scenografia, con il mare in tempesta e i boschi inglesi, così come i costumi realistici e ben calati nel periodo storico, contribuiscono alla creazione di un’atmosfera intrigante, in cui ogni sentimento è sublimato e ogni decisione sofferta.

La donna del tenente francese è un esempio di storia d’amore che va oltre il suo principale tema. Il personaggio di Sarah Woodruff, donna che deve trovare se stessa e deve realizzarsi attraverso il lavoro e l’arte per potersi sentire completa, è una creazione magnifica a tre: merito di Fowles, Reisz e di una incantevole Meryl Streep, il cui sguardo dice tutto. Meryl è Sarah/Anna, ben affiancata dal debuttante Jeremy Irons nel ruolo di Charles/Mike.

De La donna del tenente francese ci saranno sempre due scene impresse indelebilmente nella mia mente. La prima è quella in cui Sarah, avvolta in un mantello scuro, si gira a guardare per la prima volta Charles. La seconda è quella in cui Anna e Mike provano la scena dello scontro nel bosco: la scena viene fatta due volte ed è nella differenza fra la prima e la seconda che si resta di stucco di fronte al cambiamento di Meryl, capace di far capire, recitando, come un’attrice possa fare bene una scena, e cosa distingua una grande prova da una mediocre.

Non per niente Meryl, che ha parlato di questa performance come di quella di cui è meno soddisfatta, ha vinto il BAFTA ed il Golden Globe ed è stata candidata agli Oscar per il suo doppio ruolo. Il film ha ricevuto 5 candidature ai Premi Oscar nel 1982, 3 ai Globes e ben 12 ai BAFTA, vincendo per la colonna sonora ed il sonoro. Insomma, un piccolo cult del cinema inglese, un film in costume di quelli ben recitati e con una forte componente emotiva.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: