15 canzoni per festeggiare il Pride

Pride vuol dire anche musica, quindi ho deciso di stilare la mia personale playlist delle migliori canzoni per festeggiare la bellezza di un mese dedicato all’amore per se stessi e per gli altri e le altre, scegliendo quelle che in qualche modo hanno sottolineato l’amore queer e la lotta agli stereotipi di genere. Partendo dall’iconica Break Free (1984) dei Queen, con tutti i membri della band in drag, si arriva a You Need To Calm Down (2019), di Taylor Swift, con esplicita critica all’omo-trans-fobia e alla misoginia e video rainbow con tantissime star appartenenti alla comunità LGBTQ+ e allies, vedi Hailey Kyoko, Ellen DeGeneres, Laverne Cox e Ryan Reynolds.

Nel mezzo vanno citate due splendide canzoni del compianto George Michael, la hit Freedom! (1990), il cui testo parla appunto di liberazione in ogni senso, e Outside (1998), il cui video richiama al celebre episodio per cui Michael fu incarcerato e gli fu fatto outing.

Del 1990 è il trionfo della cultura Queer, quella Vogue di Madonna che richiama proprio all’arte del voguing, il tipo di ballo ispirato alle sfilate che era praticato (e continua ad esserlo) nelle ball, competizioni che animano il mondo LGBT, con un perfetto richiamo a tutti gli idoli della comunità,da Greta Garbo a Marilyn Monroe, passando per Marlen Dietricht e Grace Kelly.

Se Madonna ha reso mainstream la cultura queer, divenendo una delle più grandi icone gay dello scorso secolo, a trasformare un inno all’amore per se stessi in una mega hit ci hanno pensato altre due allies di caratura internazionale,che hanno sempre sostenuto la comunità nella loro lunga carriera: Christina Aguilera e Lady Gaga. Se la prima ha creato una delle ballad più intersezionali e struggenti della storia musicale nel 2002, con Beautiful, per poi celebrare l’amore in tutte le sue forme nel 2012 con Let There Be Love, la seconda ha sottolineato la necessità di essere fier* di se stess* in Born In This Way (2011), prima canzone della storia contenente la parola trans ha raggiungere la vetta della classifica americana.

Il cantante dei Panic! The Disco, Brendon Urie, si è spesso esibito con bandiere arcobaleno, ma il più bel contributo dato in questo senso è stato senza dubbio la canzone Girls/Girls/Boys (2013), un inno bisessuale, assai raro nella musica pop e rock. Lights Up, meraviglioso primo singolo di Fine Line, secondo album di Harry Styles, uscito lo scorso 11 ottobre, Giorno Internazionale del coming out, può essere letto anch’esso come un invito a vivere al 100% la propria vita, senza paura o senso di inadeguatezza.

Ariana Grande è sempre stata una grande alleata della comunità, e lo ha dimostrato con la hit Break Free (2014), una traccia che sprona a lasciarsi andare: “this is the part when I break free/ ‘cause I can’t resist it no more”. Fra le giovani pop-star queer, come detto ieri, c’è anche Demi Lovato, che nella Confident era ha rilasciato il singolo Cool for The Summer (2015), anch’esso esplicita ode all’amore bisessuale. In questa chiave si può interpretare anche I Kissed A Girl, singolo di debutto di Katry Perry che nel 2008 conquistò le charts.

Le ultime due splendide perle da Pride sono due scoperte per me piuttosto recenti. I’m Coming Out, pezzo di Diana Ross, ha compiuto lo scorso giugno 40 anni esatti, ed è per tutto questo tempo stato uno dei più importanti e gioiosi sottofondi della vita queer. Parents, traccia cantata dall’inglese YUNGBLUD e pubblicata nel 2019, è invece un grintoso no al bigottismo, all’omofobia ed al conservatorismo oscurantista.

Ascoltando queste canzoni si può percepire secondo me il migliore aspetto dell’essere paarte della comunità LGBTQ+, un senso di gioia, unione, orgoglio e rivendicazione della propria individualità che dovrebbe spingerci ogni giorno ad essere noi stess* senza preoccuparci troppo dei pregiudizi e dell’odio altrui.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

3 pensieri riguardo “15 canzoni per festeggiare il Pride

  1. Io ne ho scoperta di recente una italiana. Si chiama Pride! Di Irene Facheris e Mc Nill. La prima è Cimdrp, la seguo sempre con piacere ed è grazie a lei se mi sono avvicinata al femminismo. Ci sono anche alcune canzoni di Muriel sullo stesso tema. Dovrebbe avere un intero album dedicato a questo.

    Piace a 1 persona

  2. Quelle di Muriel sono in inglese ma in ogni caso sono perfettamente a tema visto che lei è pansessuale. Ho ricontrollato e ce ne sono solo due dell’anno scorso, non so se poi è uscito l’album completo. Si intitolano “Ketchup” e “Unless you want me to…”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: