Auguri Meryl, -1: Margaret Thatcher, The Iron Lady

Margaret Thatcher in Brighton, England, Oct. 12, 1984 | Flickr

Margaret Thatcher non è stata una politica da apprezzare, per niente. Non mi sento in imbarazzo nel dissociarmi completamente dalle sue azioni, o meglio nel disprezzare enormemente le sue azioni. Capite bene che una prima ministra che decide di rivendicare le Isole Falkland, in Argentina, per porle sotto il prodotto del governo imperiale inglese, una prima ministra che si oppone ai processi contro Pinochet, che reprime con la violenza gli scioperi dei minatori in rivolta perché lei stessa con il suo liberismo thatcheriano ha lasciato senza lavoro, non solo non dovrebbe esistere, tantomeno dovrebbe essere elogiata in qualsiasi modo.

Margaret Thatcher, presidentessa del Partito conservatore britannico dal 1975 al 1990 e Prima ministra del Regno Unito dal 1979 al 1990, è stata una delle donne con più potere nella storia della politica inglese, e lo ha sfruttato malissimo, per questo The Iron Lady, film del 2011 diretto da Phyllidia Lloyd (Mamma Mia!), che cerca in qualche occasione di giustificarla, non è sempre da apprezzare. Interessante è la modalità narrativa scelta. Il film si sofferma sull’ascesa politica della Thatcher, con un breve prologo sulla sua giovinezza di studentessa di Oxford e sugli inizi della carriera negli anni ’50, ma è in realtà un avanti ed indietro fra gli anni del potere e quelli della vecchiaia, con la Thatcher malata di Alzhemeir, che crede di poter comunicare ancora con il marito morto, interpretato da Jim Broadbent (il professor Lumacorno di Harry Potter, per intenderci).

Se il film ha il suo limite nel voler in qualche modo ristabilire la grandezza di un personaggio così indifendibile, dall’altro lato è affascinante la precisione della ricostruzione di alcuni discorsi ed interviste, e il ruolo della Lady di ferro è un’interpretazione magistrale di Meryl Streep. L’accento inglese è praticamente perfetto, la dizione e l’espressività davvero simili a quelle della politica, la durezza del carattere e la forza di volontà estremamente evocative, la commovente fragilità della malattia e dell’anzianità disarmante. Il lavoro di trucco, parrucco e costumi fanno il resto, creando una protagonista assai vicina alla persona reale.

“Ho sentito metà America dire << Oh e dai! Oh no! LEI! Di nuovo! Ma, chissenefrega”

Meryl Streep subito dopo aver vinto il suo terzo Oscar

Giunti e giunte alla fine di questa carrellata di film streepiani, possiamo dirlo: il talento e il durissimo lavoro di Meryl sono una combinazione veramente difficile da emulare, impossibile da superare. Anche in un ruolo così controverso Meryl è riuscita a catturare l’essenza di uno spirito, contestualizzandolo nel suo tempo e nel suo ruolo, mostrandone i punti di forza – la tenacia, l’impegno, la resilienza- e le debolezze – non solo la malattia, ma anche la cecità di fronte a certe situazioni e la parzialità delle sue scelte. Autoritaria e composta, la Thatcher di Meryl è un ritratto parziale ma eccellentemente eseguito, che è valso alla attrice più premiata di sempre la vittoria del BAFTA, del Golden Globe e perfino dell’Oscar alla Miglior attrice protagonista, più di trentacinque anni dopo il suo glorioso debutto. God Save Queen Meryl.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

One thought on “Auguri Meryl, -1: Margaret Thatcher, The Iron Lady

  1. Questo è uno dei pochi film che conosco e a me era abbastanza piaciuto. Sicuramente le capacità della Streep lo rendono magistrale nonostante il personaggio che interpreta. Grazie ancora per questa carrellata che mi ha fatto scoprire tanti suoi film da recuperare. Molto interessanti 😊

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: