Buon compleanno Helena Bonham Carter

undefined

Una regina capricciosa, una strega sadica fino all’inverosimile, una principessa della casata dei Windsor: questa è solo una piccola parte dell’estensione interpretativa di Helena Bonham Carter, attrice britannica sinonimo di creatività, talento e fusione con il personaggio.

undefined

Scrivere di queste grandi attrici mi mette sempre di buon umore, perché mi ricorda di quanto possa fare di bello l’arte, di come riesca a trascendere il tempo e i confini, rendendo vive storie fantastiche e personaggi intriganti.

E personaggi più che intriganti sono stati fatti propri da Helena, nata il 26 maggio di 54 anni fa, che ha iniziato la propria carriera con il ruolo di Lucy Honeychurch nell’adattamento cinematografico di Camera con vista, nel 1985, a fianco di Maggie Smith e Judi Dench. Un debutto di alto livello, ed il proseguimento non è stato da meno. Perché nel corso degli anni è riuscita a divertirsi ed a divertire, vestendo i panni della Capocciona Maledetta, la Regina Rossa, in Alice In Wonderland (2010) e Alice attraverso lo specchio (2016), esilarante autocrate dai ricci rossi, la testa enorme e la pazienza minuscola. È stata una delle figure chiave del movimento femminista di inizio Novecento, in Suffragette (2015), una stilista svampita e in crisi economica in Ocean’s 8 (2018), una dolce madre nel film cult La fabbrica di cioccolato (2005) dell’allora compagno Tim Burton e perfino un’esilarante ladra-locandiera nel meraviglioso musical campione d’incassi Les Miserables (2012).

undefined

Tuttavia il primo ruolo in cui la ho vista recitare è quello di Bellatrix Lestrange, negli ultimi quattro capitoli della saga di Harry Potter, fra il 2007 ed il 2011: sguaiata, crudele e fedelissima all’oscuro signore, Bellatrix è un’altra prova del talento multiforme dell’attrice inglese, capace di trasformarsi nell’aspetto come nell’espressività, di essere distaccata, orgogliosa, dolce, divertente e maligna, spingendosi sempre in direzioni diverse. Fight Club (1999) con Brad Pitt, Il pianeta delle scimmie (2001) capace di incassare 362 milioni di dollari, Sweeney Todd (2007) con il funambolico Johnny Depp, sono altri film di grande rilevanza a cui ha partecipato, ma che io non ho ancora avuto modo di vedere.

undefined

Candidata 2 volte ai Premi Oscar, 8 volte ai Golden Globes e 3 volte agli Emmy, Helena ha vinto il BAFTA alla miglior attrice non protagonista nel 2011 per il suo ruolo ne Il discorso del re (2010). Un caposaldo del panorama cinematografico e televisivo degli ultimi 35 anni. Auguri Helena, e continua a graziarci con il tuo eclettismo.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: