Twilight – miti da preadolescenza da sfatare

Twilight Hecklevision | theNerdPatrol | Flickr
Atmosfera già creepy

Ora, la premessa da fare è che il me bambino-pre-adolescente è cresciuto con questi film, e che Twilight ha avuto un successo immenso fra i teenager di tutto il mondo, diventando una serie cult oltre ad essere una delle saghe più viste degli ultimi 30 anni.

Tuttavia, da un punto di vista maggiormente maturo e critico, bisogna dirlo: la saga di Twilight è tremenda, divertente, con una bel mondo fantasy e rapporti adolescenziali assai intriganti per il pubblico più giovane, ma realizzata con dialoghi quasi osceni, performance tremende ed effetti speciali assolutamente rivedibili.

La trama

La storia, che credo sia conosciuta ai più, è quella di Bella Swann (Kristen Stewart), 17enne che va a vivere col padre in una cittadina piovosa e che si innamora perdutamente di Edward Cullen (Robert Pattinson), che scopre essere un vampiro, immortale, super veloce, super forte, con famiglia adottiva di vampiri con poteri speciali attorno. Famiglia “vegetariana”, che non si nutre di sangue umano ma animale.

Le cose si complicano quando James (Cam Gigandet), vampiro lui affatto vegetariano, si intestardisce nel voler uccidere Bella, scatenando un doppio inseguimento.

Le cose che non vanno

  • Non riesco a capire perché i colori siano così freddi per tutto il film. Va bene cercare un’ambientazione di ispirazione gotica, ma qui il verdastro, il grigio ed il blu sporco sono le uniche tonalità presenti.
  • Gli effetti speciali: gli slow motion e l’accelerazione sono usati in modo ignobile, rendendo il tutto molto più vicino ad un fumettone o ad un videogioco che ad un film fantasy.
  • La recitazione: Kristen, che adoro come personaggio famoso, è terribile. Ho sempre disprezzato la parola inespressività, usata spesso in modo improprio per criticare gli attori, ma in questo caso la giovanissima attrice mantiene la stessa faccia per due ore di film. Non che gli altri facciano meglio: le pessime interpretazioni rendono i momenti salienti semplicemente trash e a tratti imbarazzanti.
  • I dialoghi fra Bella ed Edward: alcune scene fra i due sono carine, altre davvero rivedibili, tutto un affannoso respirare ed un voler rendere questo amore più complicato di quanto non lo sia già.

I lati positivi

Alla fine Twilight si guarda volentieri, un po’ per la tematica dell’amore impossibile, un po’ per il, seppur pessimo, rifacimento dell’eroe romantico byroniano, un po’ perché alcuni personaggi sono più che apprezzabili, come la sensitiva Alice, sorella di Edward e da subito amica di Bella. Kristen e Robert sono adorabili in certi momenti, e poi chi guarda il film è un po’ portato a cercare di capire come andrà a finire il tutto.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: