Buon compleanno Emma

135063_1715 | THE OSCARS(r) - RED CARPET ARRIVALS - The Acad… | Flickr
Emma agli Oscar del 2014

Emma Watson, nata a Parigi, la mia città dei sogni, è sempre stata e continua ad essere fonte d’ispirazione. La meravigliosa attrice britannica che è cresciuta sotto i riflettori compie oggi 30 anni, e lo fa dopo aver raggiunto una maturità artistica e personale che l’ha resa una delle più apprezzabili stelle dell’industria cinematografica moderna.

La prima ragione di tale ammirazione nei confronti di Emma è la scelta dei ruoli che è andata ad interpretare, una scelta per lo più coerente e azzeccata, salvo qualche eccezione. Perché nessuno/a potrebbe immaginarsi una Hermione Granger che non porti il volto e i ricci castani di Emma, così brava ad interpretare il miglior personaggio della saga di Harry Potter, crescendo con Hermione, dandole spessore psicologico, mostrandone le insicurezze ed i punti di forza, l’intelligenza, la grinta, il coraggio e l’attenzione per i più deboli che hanno portato così spesso a confondere fiction e realtà.

View this post on Instagram

🌻✨✌🏻 So honoured to be working alongside Nobel Peace Laureates @nadia_murad_taha, @drdenismukwege @ouidedbouchamaoui, and other 🧠 thought leaders, 🌈 creatives and 🌱💪🏻 campaigners such as @AranyaJohar Assia Benziane @missaissa as part of the Gender Equality Council advising the G7 this year during the French Presidency. 💐 It's a source of sadness to us all that Nasrin Sotoudeh can only participate in absentia. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ 🤲🏻💞 Together we’ll be continuing the work of the first Council convened last year in Canada and will be pushing G7 states and others to do more to make gender equality a reality at home and abroad. ⏰ At a time when many might feel a loss of confidence in politicians and the state, it's easy to forget how vital 🗳 national governments and👩🏼‍⚖️ legislation are in the ⚙️ wheel of factors that create meaningful and lasting change.♟📰 ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ❤️🚨 Disengaging is quite simply not an option when in many parts of the world, we're seeing roll-backs 🕰🔙 on women and girls' rights and 🚫💰 cutbacks and corrosions to the basic state services that guarantee these rights. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ 🙋🏼‍♀️ As a Council, we’ll be recommending ways that states can improve their laws 🔎📜✍🏻 to strengthen women’s rights and will be encouraging them to make new commitments to ensure accountability and access to justice. 🗣⚖️ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ 🏃🏼‍♀️💨 The clock is ticking though and we have a lot of work to do before the G7 meets in the summer, ⏳☀️ but I'm excited to work alongside so many experts I admire, and to learn from my Council colleagues and the civil society groups that come together as W7. ✊🏻💛 ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ As one of the youngest members of the group, 🍃🌸 I hope to bring the perspective of different generations to the table, as well as ensuring that the voices of the many activists, campaigners, women's organisations and movements that I've spent the past years working with and👂🏻💓 listening to, reverberate through the Council's work. 🎶🌼 ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ @g7 #g7biarritz

A post shared by Emma Watson (@emmawatson) on

Nella realtà infatti Emma ha iniziato ben presto a dimostrare il tipo di persona che avrebbe voluto essere: quando nel settembre del 2014 Emma ha tenuto un discorso presso le Nazioni Unite per promuovere la campagna da lei portata avanti HeforShe ha detto di definirsi femminista, e di voler lavorare per un femminismo inclusivo, che ponesse agli uomini il problema sempre attuale della misoginia, del sessismo e della mancanza di pari opportunità, e che desse spazio alle minoranze etniche. Emma ha da allora lavorato attivamente su più fronti, con conferenze, interviste e la fondazione, nel gennaio del 2016, di uno splendido club di letteratura femminista, Our Shared Shelf, occupandosi spesso di commentare i testi e intervistare le autrici, dando luogo a scambi di idee davvero interessanti e di vitale importanza.

Emma con l’a scrittrice Rebecca Solnit

Oltre a questo, ed alla laurea in letteratura inglese presso la Brown University, con studi anche ad Oxford (due delle più prestigiose università del mondo), Emma ha continuato la propria carriera di attrice, con un piccolo ruolo nell’adorabile Marilyn (2011), la parte di una ragazza amante del lusso in Bling Ring (2013), diretto dalla regista candidata all’Oscar Sofia Coppola, la bella prova nel ruolo di Ila nel kolossal epico Noah (2014), 360 milioni di dollari al botteghino e diretto dal visionario Darren Aronofsky, e il ruolo di Mae, nel complesso e non riuscitissimo The Circle (2017), a fianco del due volte premio Oscar Tom Hanks.

BEAUTY AND THE BEAST | Emma Watson as Belle in Disney's BEAU… | Flickr
Emma nel ruolo di Belle

Ma, dopo il successo internazionale nel ruolo di Hermione Granger nella saga fantasy di maggior successo della storia del cinema, gli altri grandi ruoli della vita artistica di Emma sono stati quello di Sam nel commovente, tremendo e dolcissimo Noi siamo infinito (2012), quello dell’appassionata lettrice e avventurosa Belle ne La Bella e la Bestia (2017), 1,2 miliardi di dollari al botteghino, e ovviamente quello della intelligente e responsabile Meg March nel meraviglioso adattamento cinematografico, candidato a 6 Oscar, di Piccole Donne (2019), diretto Greta Gerwig, a fianco di altre due stelle della gioventù hollywoodiana, Timothee Chalamet e Saoirse Ronan.

View this post on Instagram

one month from today 💐 @littlewomenmovie

A post shared by Emma Watson (@emmawatson) on

Intelligente, combattente per la parità di genere, appassionata di letteratura, eroina del cinema, Emma è il mio più grande idolo, e per questi suoi 30 anni le posso solo augurare tutto il meglio, dal punto di vista professionale e personale, sperando che tutti i suoi progetti possano realizzarsi.

Alcuni dei traguardi di Emma

Emma è stata candidata a 3 Empire Awards e a 3 Saturn Awards per il suo lavoro in Harry Potter e ne La Bella e la Bestia, ha vinto un Young Artist Award nel 2002 per il suo ruolo ne La camera dei segreti, un Mtv Movie Award alla miglior performance dell’anno nel 2017 per la sua interpretazione di Belle e un People’s Choice Award per il suo ruolo in Noi siamo infinito nel 2013. Ha vinto un premio speciale ai BAFTA nel 2014 come Artista britannica dell’anno ed è stata candidata assieme a tutto il cast di Piccole Donne ai Critics’ Choice Award del 2020.

Se dal punto di vista dell’attivismo il premio Nobel per la pace Malala Yousafzai ha detto di essersi decisa a definirsi femminista dopo aver ascoltato il discorso di Emma all’UN, dal punto di vista cinematografico Emma ha potuto collaborare con la creme della creme della produzione artistica contemporanea. Compagna di schermo dei premi Oscar Meryl Streep, Emma Thompson, Tom Hanks, Eddie Redmayne e Russell Crowe, Emma è stata diretta da registi del calibro di Alfonso Cuaron, Darren Aronofsky, Bill Condon e Greta Gerwig.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: