Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Sirius Black. | Aqueles que nos amam nunca nos deixam de ver ...

Il terzo capitolo della saga di Harry Potter è sicuramente uno dei migliori: diretto da Alfonso Cuàron, regista premio Oscar per Gravity (2013) e dell’apprezzatissimo Roma (2018), per il quale ha vinto 3 Oscar, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è uno dei romanzi con la trama più interessante ed avvincente ed in cui i personaggi principali sono meglio delineati, e la trasposizione cinematografica non è affatto da meno, anzi.

Era impresa difficile realizzare un film partendo da un soggetto che presentava complicazioni come quella del viaggio nel tempo, ma la regia di Cuàron è stata eccellente in questo. Quando sembra di essere arrivati alla fine della storia, ecco che grazie alla Giratempo di Hermione le cose possono essere sistemate, anche se in realtà lo sono già state in parte (paradosso che si crea con i viaggi temporali). L’ambientazione di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è scura, buia, affascinante ed intrigante. Il cielo quasi sempre nuvoloso, il Nottetempo, le scene girate vicino alla capanna di Hagrid, la notte di luna piena: tutto contribuisce a creare mistero, a dare maggiore profondità e suspence allo scorrere degli eventi, a rendere l’ambiente ancora più saturo di magia.

Ma oltre alle scenografie ed agli esterni splendidi ed al taglio molto riconoscibile della regia, ad essere molto più mature sono le prove dei giovani attori, che crescono di pari passo con i loro personaggi. Hermione è il motore della storia, e tira fuori tutte le qualità che portano Lupin e Sirius Black a chiamarla “la strega più brillante della sua età”. Lei e Silente rimettono a posto le cose, e la parte del preside di Hogwarts è qui perfettamente in linea con quanto si legge nei romanzi: un uomo dall’intelligenza sopraffina, che muove impercettibilmente i fili della trama, che mostra fiducia nei confronti dei suoi ragazzi, che ha ironia e che è sempre ed incredibilmente al corrente di tutto. Michael Gambon, nuovo Silente dopo la scomparsa di Richard Harris, dà una delle sue migliori interpretazioni della saga, e Steve Kloves mantiene bene le linee dei personaggi.

Come ogni film, anche questo introduce nuovi personaggi: Remus Lupin, nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure, è David Thelwis (La teoria del tutto, Wonder Woman) uno dei personaggi più onesti della serie, nonché grande amico del padre di Harry, mentre Sirius Black è Gary Oldman, attore premio Oscar, regista e sceneggiatore, con una lunghissima lista di grandi film interpretati e 3 BAFTA vinti. Harry Potter continua a rendere giustizia alla grandezza dei personaggi romanzeschi attraverso la scelta di attori ed attrici britanniche di grande livello. C’è anche Timothy Spall (Come d’Incanto), nel ruolo del viscido traditore Peter Minus, e la bravissima Emma Thompson nei vestiti semi hippie della svampita professoressa di Divinazione Sybilla Cooman.

HD wallpaper: florida, orlando, universal, island of adventure ...

La trama

Harry torna a Hogwarts ma è in grave pericolo: Sirius Black, famigerato omicida, è riuscito a scappare da Azkaban, la prigione dei maghi, dopo 12 anni. Sirius era stato accusato di aver tradito gli amici di lunga data James e Lily Potter, vendendoli al Signore Oscuro, e di aver ucciso Peter Minus quando questi aveva provato a fermarlo. La scuola è quindi protetta dai Dissenatori, creature mostruose capaci di risucchiare via da ogni essere vivente la felicità, che hanno un effetto particolarmente forte su Harry. Questi impara quindi a combatterli con l’aiuto di Remus Lupin, nuovo insegnante di difesa contro le Arti Oscure, nonché vecchio amico dei Potter. Nel frattempo Hagrid, scelto come professore di Cura delle Creature Magiche, ha problemi con la legge: il suo ippogrifo Fierobecco è destinato ad essere abbattuto per aver (giustamente) aggredito Draco, sempre più insopportabile. Ma le cose non sono come sembrano, ed ecco che il cattivo in questione potrebbe in realtà non essere, e se tutto andrà bene “più di una vita innocente verrà salvata”.

Curiosità

Il film ha incassato 796 milioni di dollari, ed è stato il meno visto in sala di tutta la saga: nonostante questo molti aggregatori di recensioni, come Rotten Tomatoes (90%) e Metacritic (82), concordano nel ritenerlo uno dei migliori. Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ha ottenuto 2 candidature agli Oscar, 4 ai BAFTA e ben ai 9 Saturn Awards, i premi dedicati al cinema fantasy e sci-fi.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

6 pensieri riguardo “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

  1. Lupin è uno dei miei personaggi preferiti. Un gran personaggio. Anche Sirius è un personaggio molto importante e mi piace. Solo Peter Minus non mi piace affatto per ovvi motivi. La scena del pugno in faccia a Draco è tanta roba. Se l’è meritato tutto così come la sfuriata di Fierobecco che, poverino, ci ha quasi rimesso…

    Piace a 1 persona

      1. A me piace l’attore più che il personaggio in sé ahah ammetto che dopo aver visto il sesto mi sono presa una cotta per Tom Felton. Nei primi effettivamente Draco è semplicemente odioso ma, appunto, nel sesto forse un po’ lo rivaluti perché capisci che è un ragazzo pieno di pressioni al quale non sono state date scelte e deve uccidere Silente. I personaggi della Rowling sono pieni di sfumature e lui non è da meno. Poi ovviamente i gusti sono personali e la cosa inaccettabile è questa malsana idea che lui possa formare una bella coppia con Hermione. Proprio no.

        Piace a 1 persona

      2. No ma guarda, a me le coppie di Harry Potter piacciono tutte così come sono e non ci vedo nulla da modificare. Anche l’idea che Hermione doveva stare con Harry non mi va molto a genio. Loro sono migliori amici ed è bellissimo. Al povero Ron vengono dette cose ingiuste da tante fan. Qualcuno ha detto che crescendo non avrebbe funzionato per via della poca maturità di Ron ma dopo tutto quello che passano dubito che sia rimasto immaturo. Poi non vedo immaturità in lui solo per il fatto che vuole essere divertente e ci mette una vita a capire i sentimenti di Hermione. Hermione tra l’altro non è mica stupida: si mette con Krum sapendo di farlo ingelosire. Ho visto un video di un ragazzo che ha analizzato un post su Pottermore dove alcune fan affermavano che Krum sarebbe stato meglio di Ron. Non sono per niente d”accordo. La loro era evidentemente una relazione basata sulla bellezza esteriore quindi non sarebbe potuta durare a lungo. È triste vedere come Ron viene bistrattato… Non se lo merita.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: