The Lion King: quando il live action rende onore alla versione originale

Risultato immagini per il re leone

Difficilissimo confrontarsi con un capolavoro come Il Re Leone, uno dei migliori cartoni animati prodotti dalla Disney, un pezzo di storia personale di milioni di bambini che sono cresciuti con le canzoni ed i personaggi di quello splendido film del cuore. Quando uscì nel 1994 Il Re Leone colpì soprattutto per la splendida colonna sonora, con quelle canzoni così intense, capaci di entrare nell’animo degli spettatori, di cullarli e divertirli ed emozionarli.

The Circle Of Life, la spensierata Hakuna Matata, la bellissima Can You Feel The Love Tonight, composte da Elton John e Tim Rice, furono tutte e 3 nominate all’Oscar alla miglior canzone originale, e l’ultima riuscì a vincere la statuetta. La storia poi, fortemente ispirata all’Amleto di Shakespeare, è commovente, intrisa di personaggi fortemente iconici, come i buffissimi Timoon e Pumba, il perfido Scar, la coraggiosa Nala, il saggio Rafiki. Animali antropomorfizzati, ma senza sconvolgerne la natura, che ricalcano virtù e vizi tra i migliori e peggiori della specie umana.

E poi Simba, quel personaggio così bello, inizialmente un po’ spericolato, poi traumatizzato, portato a cicatrizzare più velocemente il dolore attraverso il distacco, quindi portato a ritornare sui propri passi per prendersi le proprie responsabilità, con Rafiki che esplica bene all’interno della trama l’incertezza del protagonista e la sua ricerca di se stesso.

Pur essendo un estimatore, almeno finora, dei rifacimenti Disney degli ultimi anni (ho apprezzato sia Cenerentola che La Bella e la Bestia, ed in misura minore Aladdin) non avevo grandi aspettative per questo live action, probabilmente perché consideravo troppo ben fatto e coinvolgente l’originale.

Sono lietissimo quindi di essere stato smentito: The Lion King non solo è fedele al primo film, ma gli rende giustizia e onore, Gli effetti speciali (candidati agli Oscar e ai BAFTA) sono incredibili, di un livello altissimo che non è comune, nonostante la raffinata tecnologia odierna. I paesaggi sono estasianti, la sceneggiatura è avvincente pur non essendo innovativa (fortunatamente!) e la colonna sonora originale, con l’aggiunta della bella Spirit, scritta ed interpretata da Beyoncé, che doppia il personaggio di Nala, non è invecchiata di un giorno.

L’unica pecca è forse l’aspetto di Scar: mentre tutti gli altri personaggi sono somiglianti ai disegni originali, ma fortemente realistici, il leone malvagio ha perso parte della sua ironia e del suo aspetto inquietante nella trasposizione moderna.

In ogni caso, Il Re Leone è stato un successo enorme (1,6 miliardi di dollari incassati!) e farà da compagnia ad una nuova generazione di sognatori cresciuti con la nuova Disney.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: