Steve Jobs

L’ascesa di Steve Jobs in 3 momenti topici: il 1984, il 1988 ed il 1998. Un geniale biopic per cercare di definire uno dei più geniali personaggi degli ultimi 4 decenni. Steve Jobs, fondatore ed amministratore delegato della Apple, la famosissima azienda capace di fare la storia del mondo contemporaneo creando i più ricercati e sofisticati mezzi tecnologici di sempre.

Steve Jobs è un personaggio estremamente affascinante: stratega, economo, una delle pochissime persone capace di creare hype attorno ad eventi, a valorizzare enormemente il proprio lavoro. Un grande lavoratore, un inventore. Ma oltre alle straordinarie abilità di Jobs, il film si concentra sul suo lato umano. Steve Jobs come padre che rifiuta di riconoscere la figlia, come figlio dato in affido, rifiutato e ri-adottato. Un uomo egocentrico, fortemente convinto del proprio valore, incapace di accettare rifiuti così come di scendere a compromessi. Ma anche un personaggio incredibilmente sagace, uno stakanovista, un uomo brillante e molto più umano di quanto non dia a vedere.

Il film, soffermandosi su alcuni punti salienti, tenta di sciogliere una personalità complessa e lo fa con un ritmo serratissimo, dialoghi incredibilmente ricchi di pathos e estremamente esaustivi. Battute su battute che spiegano rapporti, mettono in luce vari aspetti dei caratteri dei singoli. Un ritratto psicologico reso possibile da una magistrale interpretazione di Michael Fassbender, che rende nel miglior modo possibile giustizia al compianto Steve e che non ha vinto l’Oscar al quale era stato candidato solo perché aveva contro una delle più grandi stelle di Hollywood, Leonardo DiCaprio, vincitore nel 2016 per Revenant.

Magistrale è l’aggettivo giusto anche per la co-protagonista Kate Winslet, che interpreta la fidatissima assistente di origine polacca di Jobs, Joanna Hoffman. Joanna è sinceramente legata a Jobs, è probabilmente la sua più grande amica, l’unica in grado di tenergli testa e di saper creare le migliori condizioni possibili affinché lui possa svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi. Il loro rapporto è genuino, vero ed è la parte migliore del film secondo me. Kate ha vinto un Golden Globes ed è stata candidata agli Oscar alla miglior attrice non protagonista, più che meritatamente.

Steve Jobs è uno dei migliori film degli ultimi anni, di sicuro un tributo giusto, piuttosto imparziale e realizzato benissimo sia dal punto di vista della regia, con quelle carrellate che seguono l’ad nei suoi spostamenti dietro le quinte pre-summit, sia da quello della recitazione ma, soprattutto, nella sceneggiatura divertente, a tratti dissacrante e realistica.

Da vedere e rivedere.

Risultato immagini per steve jobs film

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: