Harry Styles

Immagine correlata

Uno dei cantanti miei preferiti in assoluto, una persona da ammirare, uno dei pochi artisti ad aver creato della musica ed uno stile molto personali: Harry Styles, nato il primo febbraio del 1994 a Redditch, compie oggi 26 anni.

26 anni di vita ed oltre un decennio sotto i riflettori, Harry ha fatto un percorso non scontato, passando da un talent show (X Factor) ad un enorme successo commerciale in una boy band tutta britannica (gli One Direction) fino a diventare un cantautore di ottimo livello.

Il suo primo album in studio, l’eponimo Harry Styles, è stato pubblicato nel 2017, e ha venduto quasi 2 milioni di copie nel mondo, debuttando alla numero 1 della Billboard200. Nello stesso anno Harry ha avuto una parte nell’acclamato Dunkirk, vincitore di 3 Oscar e candidato 8 volte.

Dopo un lungo tour di successo nel 2018, Harry è tornato a pubblicare nuova musica, con la pubblicazione dello splendido album Fine Line, che ha debuttato anch’esso alla numero 1 con 478 mila copie vendute nella prima settimana negli States, e che ha venduto globalmente già più di un milione di copie nell’arco di un mese e mezzo.

Ma Harry Styles non merita attenzione solo per il suo notevole successo, quanto per la sua capacità di creare ottimi contenuti: oltre alla bellissima Sign Of The Times, primo singolo del primo album, Harry ha scritto ed interpretato alcuni dei pezzi più significativi, elusivi e intensi che io abbia sentito negli ultimi anni. Golden, Lights Up, Adore You sono gli esempi più evidenti del suo essere aperto e allo stesso tempo misterioso, esplicito nell’allusione, sicuro di sé e sfuggente.

Harry ha uno stile ed un’estetica inconfondibile, che ricorda quello dei Queen o di Elton John, e che si stacca dal prevedibile o dal commerciale, e questo me lo fa piacere ancora di più: è pop ma anche rock, lontano dal canone, leggermente camp ma in modo non forzato.

Infine, oltre a ricordare tutti i motivi per cui questo giovane inglese possa considerarsi un valido cantante, mi piacerebbe augurare a Harry ogni bene, anche e soprattutto per i messaggi di cui si è fatto promotore.

Treat people With Kindness è il suo motto (oltre che il titolo di una sua canzone) e Harry ha sempre tenuto fede a queste parole, cercando di diffondere la sua idea di rispetto, supporto alla comunità LGBTQ+ , ha aderito alla petizione della Marcia contro le armi e alla campagna femminista lanciata da Emma Watson HeforShe.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: