Rare

Si chiama Rare, ed è uscito lo scorso 10 gennaio il terzo album in studio di Selena Gomez, pubblicato dall’Interscope Records e anticipato dai singoli fatti uscire lo scorso ottobre dalla cantante statunitense.

Risultati immagini per rare

Un ritorno alla musica attesissimo, quello di Selena, il cui ultimo album, Revival, risale all’autunno del 2015, 4 anni e mezzo fa. Tuttavia, in questo lungo periodo di tempo la Gomez non è stata con le mani in mano: oltre a produrre la serie tv Netflix 13 Reasons Why, che negli ultimi due anni è stata rinnovata per una seconda e una terza stagione, e a comporre la colonna sonora di questa, Back To You, Selena ha pubblicato fra il 2017 ed il 2018 quattro singoli, Bad Liar, Fetish, It Ain’t Me e Wolves, disponibili nell’edizione Target di Rare.

Ma torniamo al presente: stando a quanto riporta Billboard, Rare ha debuttato in cima alla Billboard200, la classifica statunitense degli album più venduti settimana per settimana, con 112 mila copie vendute. Questo è il terzo disco consecutivo da solista della Gomez a raggiungere la numero 1, dopo Stars Dance (2013) e Revival (2015), ed è di sicuro un album molto buono.

Rare è un progetto molto personale, intimo, riguardante la crescita della cantante come persona: è un album sull’amore, che rimanda alla difficile rottura con la popstar canadese Justin Bieber, che poco dopo aver lasciato la Gomez, nella primavera del 2018, si è sposato con la modella Hailey Baldwin.

Sicuramente questo è il progetto più maturo di Selena, un album in cui la musica riflette direttamente le emozioni di chi l’ha composta, la sofferenza, il trauma, la lotta per superare il dolore emotivo e per imparare ad amare se stessi. Selena ha dato vita a qualcosa di bello perché condivisibile: non ha esaltato la propria posizione di giovane donna ricca e potente, ma ha preferito sottolineare la propria umanità, le proprie incertezze.

Le tredici tracce di Rare possono individuare un percorso, che parte da Lose You To Love Me, l’unica ballad del disco, una canzone splendida, toccante, che negli USA ha raggiunto la numero 1 nella Hot100. Lose You To Love Me parla della necessità di amare se stessi, di smettere di soffrire, di non sentirsi all’altezza, di pensare di non essere abbastanza solo perché chi abbiamo amato non ci ama più. La title track Rare richiama questa consapevolezza, la presa di coscienza di essere qualcosa di raro appunto, qualcuno che non deve essere svalutato e che non deve permettere a nessuno di farlo dubitare di se stesso, ma lo fa con sonorità diverse. Dance Again è una delle tracce più catchy del disco, ed è bello sentire in una canzone pop “feels so good to dance again”, perché il benessere non è scontato, purtroppo. Look A Her Now, secondo singolo, è, dopo LYTLM, il miglior pezzo dell’album, capace di sintetizzarne il contenuto con un ritmo dance-pop assai orecchiabile, mentre Crowded Room è un’ottima canzone, ma stona un po’ nel contesto, dal momento che parla di una relazione , di un’intimità che non si sa se sia ricercata, sperata o passata. In Vulnerable il messaggio è chiaro: meglio essere vulnerabili che falsi, meglio lottare con la vita che rinunciare a sentire del tutto, mentre People You Know è una delle mie tracce preferite, in cui viene fuori l’accettazione, difficile, di come alcune persone escano dalla nostra vita.

A chiudere l’album è Sweeter Place, il luogo, metaforicamente parlando, in cui Selena spera di trovarsi adesso.

Rare è un album che fa dei testi e dell’idea che ha dietro i suoi maggiori punti di forza. La forte presenza di sintetizzatori ed effetti vocali è l’unico vero aspetto negativo del disco: la voce di Selena non ha un timbro particolarmente forte, seppur riconoscibile, e nemmeno una grande estensione, ma tutto lo sfumato usato finisce per rendere tante tracce troppo simili.

Cosa dice la critica

Il disco è stato apprezzato oltreoceano: Rolling Stones e The Times danno all’album 4 stelle su 5, mentre su Metacritic Rare ha ottenuto 76 punti su 100. Meno positivo il giudizio di PitchFork, che ha dato all’album 6,8 punti su 10.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: