Dreamgirls, di Bill Condon

Uno dei migliori musical del nuovo millennio, Dreamgirls è uscito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo nel 2006, deliziando la critica e il pubblico. Dreamgirls non è un musical leggero, non è una storia allegra e senza pretese, anzi: è un ritratto realistico della difficoltà di farsi strada nel mondo dello spettacolo, della complessità dei rapporti umani, della necessità di comprendere quali siano le proprie priorità.

Ispirato alla storia delle The Supremes, il famoso trio trainato da Diana Ross che ebbe straordinario successo nel mondo pop-soul anni ’60 e ’70, Dreamgirls segue la strada percorsa da tre amiche, Deena, Effie e Lorelle, le Dreamettes, aspiranti cantanti a cui viene data una grossa occasione quando vengono scritturate come coriste di Jimmy Early, famosissimo esponente dell’R&B. Da quel momento, guidate dal produttore Curtis Taylor, le Dreamettes diventano uno dei maggiori gruppi di successo del panorama musicale, ma l’ascesa commerciale porta Curtis a divenire sempre più cinico e a trascurare i rapporti creati con tutti i suoi collaboratori e con i suoi stessi artisti. Tradimento, litigi, gelosie: le scelte di Curtis portano il gruppo ad indebolirsi e, alla fine, a spaccarsi, con l’esclusione della volubile, ma talentuosa Effie.

A fare da sfondo alla vicenda è il panorama dell’america segnata dalla segregazione, dalla lotta dei neri per ottenere quei diritti a lungo negata, quell’uguaglianza solo formale e mai reale. Di pari passo con la battaglia per l’integrazione sociale, viene mostrata la difficoltà della musica nera nel farsi strada nella grande diffusione, nelle maggiori radio, dominate dai bianchi. La meravigliosa Patience, candidata agli Oscar, parla proprio di questo e lo fa con una melodia quasi gospel che arriva ai cuori di chi l’ascolta.

La colonna sonora è senza dubbio il punto di forza del film: decine di splendide canzoni, che spaziano dalle ballad all’R&B fino al pop, andando spesso a rendere evidenti gli stati d’animo dei protagonisti e fungendo da veri e propri punti di snodo della trama. A destare meraviglia e esaltare le qualità della soundtrack sono le spettacolari voci dei protagonisti, tutti dotati di una intensità, di un’estensione vocale e di un timbro eccezionali. Jennifer Hudson (Effie) alla sua prima prova d’attrice lascia continuamente senza fiato, cantando con una forza incredibile e raggiungendo picchi di qualità canora sensazionali in canzoni come I Am Changing e la spettacolare And I Am Telling You. La grinta di Jennifer, la sua capacità di creare un personaggio ferito, orgoglioso, dinamico, le è valsa il plauso universale della critica, che le ha assegnato il Golden Globe, il SAG Award, il BAFTA e l’Oscar alla miglior attrice non protagonista.

Che dire allora di Eddie Murphy, così spesso intrappolato in pessimi ruoli comici e qui credibile e quasi commovente nel ruolo del tossicodipendente Jimmy Early, che gli è valso un Golden Globe e una candidatura agli Oscar. Jamie Foxx completa un cast all star nel ruolo di Curtis, con Anika, nel ruolo di Lorelle, che in quanto a voce riesce a brillare anche se paragonata a mostri sacri.

Discorso a parte merita Beyoncé, una Beyoncé dolce, bellissima, che si muove sul palco e davanti alla camera con soavità e naturalezza e che trova la sua consacrazione nell’interpretazione di Listen, la migliore canzone del film a mio avviso, il momento in cui Deena, il suo personaggio, decide di prendere in mano la propria vita e non essere più sottoposta al marito-padrone.

Insomma, se non si fosse capito, Dreamgirls va visto, rivisto, vissuto e ascoltato, cantato e ricordato, perché ha scritto una bellissima pagina di cinema.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: