Cosa vuol dire essere grandi cantanti (secondo me)

Christina Aguilera

Pazzesca al funerale di Etta James (2012)

Sul web leggo davvero tante opinioni diverse sui cantanti, tanti pareri contrastanti. La mia opinione non pretende di essere superiore rispetto a quella altrui, semplicemente è la mia, e credo che quando si parla di musica e di arte in generale la soggettività sia importantissima: i gusti non sono negoziabili, e ognuno percepisce le cose in modo diverso quando si parla di arte perché l’arte si rivolge direttamente alla nostra anima.

Sulle note di I Have Nothing durante la finale di The Voice nel 2016

Cosa significa essere un* grande cantante? Avere una gran voce, una notevole estensione vocale? Essere grandi cantautori? Vendere molti album? Avere una carriera lunga? Essere grandi performer?

Secondo me tutte queste caratteristiche fanno parte del mestiere del cantante, soprattutto nella musica moderna: negli ultimi decenni la figura del cantante si è evoluta notevolmente, e nell’ambito della musica da me trattato, la musica pop, si è reso indispensabile essere artisti poliedrici, in grado di possedere carisma, buoni testi, di sviluppare progetti discografici ben strutturati e di essere in grado di dar vita ad entusiasmanti performance live.

Probabilmente la miglior esibizione della storia dei Grammy (2007): l’acuto è da brividi

In questa serie di articoli mi voglio però concentrare sull’aspetto se vogliamo primario di un* cantante, ovvero il canto. Pur non essendo tecnicamente un esperto, una cosa che adoro fare è ascoltare i miei cantanti preferiti nelle loro performance live e spesso mi sono imbattuto in esibizini straordinarie. Ciò che mi lascia di stucco è pensare che in un mondo di musica trap e di playback e autotune queste/i cantanti siano riusciti a dare intensità al loro modo di cantare, siano in grado di trasmettere emozioni solo grazie alla propria voce ed alla propria interpretazione.

Pazzesca cover di Aretha Franklin, Ain’t No Way, ai Grammy nel 2011

Tra le mie cantanti preferite, come avrete capito dai recenti articoli, c’è Christina Aguilera, una performer troppo sottovalutata oggigiorno. Christina ha una voce incredibile, una tecnica straordinaria (personalmente non l’ho mai sentita stonare) e una capacità di tenere le note più difficili con una intensità stupefacente.

Beautiful ai CNN Heroes nel 2010: una interpretazione magnifica

Per questo ho deciso di condividere con voi quelle che sono, secondo me, alcune delle sue migliori performance.

Agli Mtv VMA 2006 ha catalizzato l’attenzione
Bellissima e bravissima ai Fashion Rocks (2006)

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: