Gli Mtv VMAs 2019

Si sono tenuti nella notte appena passata gli Mtv VMAs 2019, che hanno visto premiati i migliori artisti dell’anno.

La vera regina della serata è stata ovviamente Taylor Swift, che, alla soglia dei 30 anni, sta attraversando un momento d’oro: il 23 agosto è stato pubblicato il suo nuovo album e ieri Taylor si è esibita sulle note di You Need To Calm Down, secondo estratto uscito in giugno, e Lover, la title track dell’album.

Se l’esibizione di You Need To Calm Down è stata molto bella, coloratissima, con tante delle drag del video e l’amico e collega di Taylor, Todrick Hall, a me è piaciuta moltissimo la prima live di Lover, sola davanti al pubblico, con voce dolcissima e chitarra rosa, soffocata dagli applausi.

Parlando di esibizioni mi hanno sorpreso positivamente Shawn Mendes e Camila Cabelo, con la loro nuova hit, numero 1 in America, Senorita: l’atmosfera che hanno creato, la luce soffusa e le loro voci incrociate hanno dato più spessore alla serata. I due hanno anche vinto il premio per la Miglior collaborazione, categoria che secondo me era fra le migliori dell’anno, con, fra le nominate, I Don’t Care di Ed Sheeran e Justin Bieber e la canzone premio Oscar Shallow di Lady Gaga e Bradley Cooper.

Gran successo anche per Billie Eilish: la giovanissima cantante di Bad Guy ha vinto, meritatamente, come Miglior artista esordiente e Best Push Artist, superando l’energica Lizzo, che sta andando molto bene in America con Truth Hurts e Juice.

Bene anche Ariana Grande, premiata meritatamente secondo me come Artista dell’anno. Ricordo che Ari nel corso dell’ultimo anno ha dato tantissimo al mondo della musica pop: due album (entrambi al numero 1 e capaci di vendere insieme circa 3 milioni di copie nei soli Stati Uniti) numerose hit di successo e un tour da record, che l’ha portata adesso in Europa.

Per questo mi aspettavo che thank u, next, una delle migliori canzoni di Ariana, vincesse il premio per il Miglior Video Pop, andato invece ai Jonas Brother per Sucker, il cui video è effettivamente molto carino e, secondo me, con riferimenti a quello splendido film che è La Favorita, di Yorgos Lanthimos.

Il comeback dei Jonas Brother quest’anno è stato un successo e anche la loro esibizione di ieri è stata carica di energia come sempre.

Il prestigioso Michael Jackson Vanguard Award, premio Mtv alla carriera vinto negli scorsi anni da artisti del calibro di Britney Spears, Beyonce, Rihanna e Jennifer Lopez, è andato quest’anno a Missy Elliot, la rapper di Get Ur Freak On e Worth It, che si è esibita in un medley dei suoi successi.

La vera sorpresa è stata invece la vittoria di Taylor del premio più importante della serata , quello per il Video dell’anno, per You Need To Calm Down. Bellissimo il discorso di Taylor, che ha ricordato il messaggio promosso attraverso il video e ha ribadito la necessità di un Equality Act che tuteli le persone ancora oggi purtroppo discriminate per il loro orientamento sessuale o per la loro identità di genere. La petizione lanciata dalla Swift ha già raggiunto oltre 500 mila firme e si spera che qualcosa possa cambiare davvero, non solo negli States.

Insomma, VMAs che non deludono, nonostante l’assenza di grandi performers: per chiudere riporto qui sotto i vincitori del premio Video Of The Year degli ultimi anni:

2019 Taylor Swift- You Need To Calm Down

2018 Camila Cabelo- Havana

2017 Kendrick Lamar- Humble

2016 Beyoncé- Formation

2015 Taylor Swift- Bad Blood

2014 Miley Cyrus- Wrecking Ball

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: