Auguri magica Jo

Nata il 31 luglio del 1965 a Yate, Joanne Rowling compie oggi gli anni, come Harry Potter, protagonista della omonima saga letteraria, opera di Joanne, che l’ha resa l’autrice più letta del nuovo millennio.

La premessa da fare è che i libri di Harry Potter sono fra i miei preferiti e che il mondo creato dalla Rowling mi ha sempre affascinato, catturato, per il suo essere così distante dalla realtà eppure per averla rappresentata così fedelmente.

I libri di Harry Potter riflettono così tante tematiche importanti e attuali da risultare spesso ai miei occhi contemporaneamente come opere fantasy, romanzi di formazione e manuali di storia riadattati ad un contesto magico.

L’odio e la discriminazione nei confronti del diverso e la glorificazione di una purezza razziale sono secondo me richiami ai regimi totalitari nazi-fascisti e alla propaganda dell’odio intrapresa da essi : si pensi alle leggi di Norimberga del 1935 e a quelle razziali italiane del 1938.

Il non volere accettare il ritorno di Voldemort da parte delle autorità rappresenta la negazione della verità e l’incapacità di assumersi le proprie responsabilità e di fare ciò che è meglio per tutti che caratterizzano purtroppo molti governi attuali

Altri temi fondamentali sono ovviamente l’importanza dell’amicizia e della conoscenza, la capacità di affrontare il dolore e la perdita e di superarli grazie all’aiuto degli altri e al proprio coraggio.

Il mio personaggio preferito è Hermione Granger, interpretata dalla stupenda Emma Watson nella trasposizione cinematografica. Hermione rappresenta un sacco di valori positivi : l’importanza e la bellezza dell’intelligenza e della conoscenza, il coraggio, la lealtà nei confronti dei propri amici, la lotta all’oppressione sociale (come si vede ad esempio quando costituisce il C.R.E.P.A.).

Ma oltre alla sua attività di scrittrice J.K.Rowling merita di essere ricordata per la sua mentalità aperta, per la capacità che ha avuto nel ricostruire la propria vita e per la sua passione per la letteratura.

Un altro dei suoi scritti che mi ha dato forza, e che è da poco stato trasformato in un libricino dal titolo Buona vita a tutti, è il discorso che Jo ha tenuto alla cerimonia di laurea di Harvard nel 2008, di cui riporto una delle mie parti preferite:

Il sapere che vi rialzate più saggi e più forti dalle cadute significa che sarete, da allora in poi, sicuri della vostra capacità di sopravvivere […] La vita è difficile, è complicata, è oltre la possibilità di mantenerla completamente sotto controllo, è l’umiltà di sapere che sarete capaci di sopravvivere alle sue sfide.

Con queste splendide parole vi lascio, e auguro a Jo buon compleanno, ringraziandola per tutte le volte in cui è stata fonte di ispirazione per me e per aver reso magica la vita di milioni di persone.

Buona vita a te, Jo.

Pubblicato da byron1824

Booklover, movie addicted

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: